Internet Explorer cesserà di esistere nel 2022

Microsoft porrà fine a Internet Explorer nel giugno 2022: dopo un’attività di oltre 25 anni, il noto browser cesserà di esistere.

Microsoft ha annunciato quando staccherà la spina a Internet Explorer: ritirerà l’app desktop IE 11 il 15 giugno 2022, giornata in cui il noto browser saluterà la maggior parte delle versioni di Windows 10.

D’altro canto, Internet Explorer è diventato sempre meno utilizzato dagli utenti a causa delle molteplici incompatibilità con le pagine web più recenti, e si stima che oggi meno dell’1% di chi naviga in rete si affidi a IE (nonostante sia ancora usato in alcune aziende con vecchie versioni di Windows per problemi di compatibilità con i loro software).

Internet Explorer fa parte della struttura di Windows da oltre un quarto di secolo. Ma, dall’introduzione di Edge nel 2015, Microsoft ha lentamente “chiuso i rubinetti” al vecchio browser. Il supporto per le versioni precedenti è terminato nel 2016. Microsoft 365 e altre app smetteranno di supportare IE 11 il 17 agosto.

La società americana ha esortato gli utenti ancora affezionati a IE a passare a Edge (o a un altro browser, volendo) prima che termini il supporto nel giugno del prossimo anno. Edge dispone di una modalità Internet Explorer incorporata per i siti web che necessitano ancora di Internet Explorer. Molte organizzazioni utilizzano d’altronde vecchie app e siti che non funzionano bene con i browser moderni, quindi la modalità in questione potrebbe tornare utile a qualcuno. Microsoft afferma che supporterà la modalità IE in Edge almeno fino alla fine del 2029, dando alle organizzazioni e ai reparti IT molti anni per evolversi dalle loro vecchie app web.

A proposito di Microsoft, di recente Microsoft ha deciso di cancellare Windows 10X, il sistema operativo pensato per i dispositivi a doppio schermo come Surface Neo.

Ti potrebbe interessare