Nasce Green Software Foundation: sviluppo e sostenibilità

Microsoft, Linux Foundation e altri gruppi annunciano la creazione di una Fondazione per coniugare sviluppo e sostenibilità nell’informatica.

Parliamo di

Microsoft e altre famose realtà imprenditoriali e non, annunciano la creazione della Green Software Foundation, una comunità diversificata di organizzazioni che rappresentano il mondo accademico e società a scopo di lucro e senza scopo di lucro, nata per coniugare sviluppo tecnologico e sostenibilità. Il colosso di Redmond collabora all’iniziativa insieme ad Accenture, GitHub, ThoughtWorks, Goldman Sachs e Linux Foundation. L’annuncio è arrivato durante l’apertura della conferenza dedicata a sviluppatori e aziende, Build 2021, che per il secondo anno consecutivo si sta svolgendo solo in formato digitale.

Microsoft e lo sviluppo ecosostenibile

“I data center in tutto il mondo rappresentano l’1% della domanda globale di elettricità e se le proiezioni dicono che si arriverà a consumare il 3-8% nel prossimo decennio è imperativo affrontare la questione”, ha dichiarato Jeff Sandquist, Vice Presidente e Developer Relations di Microsoft, commentando l’annuncio. Il mondo sta affrontando un urgente problema con il carbonio, pertanto serve il lavoro congiunto di tutti per creare soluzioni innovative che possano ridurre drasticamente le emissioni. La Fondazione mira in tal senso a far crescere il campo dell’ingegneria del software in un contesto sostenibile, impegnando le aziende partecipanti a ridurre le emissioni di carbonio del 45% entro il 2030 e a sviluppare app e programmi “ecologici”.

La Green Software Foundation

La Green Software Foundation, come accennato prima, è un’organizzazione che si pone l’obiettivo di creare un ecosistema affidabile di persone, standard, strumenti e best practice per la creazione di software verde. La Fondazione è nata dal desiderio e dalla necessità reciproca di collaborare nell’industria del software, per aiutare i loro clienti e le società in tutto il mondo a ridurre il proprio imbatto ambientale. Le organizzazioni con un impegno condiviso per la sostenibilità e un interesse per i principi di sviluppo “ecosostenibile” sono dunque incoraggiate ad aderire alla Fondazione per aiutare a far crescere il campo dell’ingegneria del green software, contribuire agli standard per l’industria e lavorare insieme per ridurre le emissioni di carbonio del software.

Ti potrebbe interessare