Linkem si fonda con Tiscali: nasce il quinto operatore fisso italiano

Avviato il progetto di integrazione tra il Gruppo Tiscali e il ramo retail del Gruppo Linkem: “Creiamo il quinto operatore italiano nel mercato”.

“I Consiglio di Amministrazione di Tiscali S.p.A. (“Tiscali”) e Linkem Retail S.r.l. (Linkem Retail”), società interamente posseduta da Linkem S.p.A. (“Linkem”), hanno approvato l’accordo di fusione e il progetto per incorporazione di Linkem Retail in Tiscali“. Si apre così il comunicato stampa appena rilasciato congiuntamente dalle due aziende per annunciare l’affare, in attesa dell’ok definitivo delle autorità che vigilano sulla libera concorrenza, del Governo italiano e dell’assemblea straordinaria degli azionisti, che si riunirà entro marzo 2022.

Linkem-Tiscali: il quinto operatore italiano

L’accordo tra le due società, una volta sancito definitivamente, porterà alla nascita del quinto operatore italiano di rete fissa, con l’obiettivo di valorizzare le opportunità di mercato e di sviluppo connesse all’implementazione del PNRR grazie all’offerta di servizi fissi, mobili, 5G, cloud e smart city dedicati a famiglie, imprese e pubbliche amministrazioni. La fusione si inserisce quindi nell’ambito di una più complessa e articolata operazione diretta ad integrare in un’unica realtà societaria e commerciale il Gruppo Tiscali e il ramo retail del Gruppo Linkem al fine di sviluppare sinergie, consolidare e rafforzare la posizione di mercato.

Tiscali diventerà anche il primo operatore del mercato fisso nel segmento degli accessi ultrabroadband nelle tecnologie FWA+FTTH con una quota di mercato complessiva pari al 19,4% (fonte AGCOM), posizionata strategicamente per sfruttare al meglio le potenzialità delle tecnologie FTTH e 5G FWA.

“Linkem e Tiscali rappresentano due importanti realtà imprenditoriali che hanno puntato sin dall’inizio sull’innovazione, sulla centralità del cliente e sulla specializzazione della propria organizzazione”, ha dichiarato Davide Rota, Presidente e Amministratore Delegato di Linkem. “L’operazione di integrazione che ci vede protagonisti è basata sulla condivisione di questi valori e di asset unici nel panorama italiano delle telecomunicazioni, che ci consentiranno di cogliere al meglio tutte le opportunità legate allo sviluppo dei servizi 5G e alla trasformazione digitale di imprese e pubbliche amministrazioni. Infatti, oltre a servire le famiglie con un’offerta integrata di servizi fissi e mobili, puntiamo a sviluppare servizi evoluti dedicati alle pubbliche amministrazioni e ai cittadini delle Smart City in linea con gli obiettivi del PNRR”.

 

Ti potrebbe interessare