INPS, è di nuovo allarme malware: occhio alla truffa online

Degli hacker stanno di nuovo usando delle false mail dell’INPS per cercare di truffare le vittime: ecco cosa sta succedendo.

L’INPS segnala che sono in atto nuovi tentativi di frode tramite phishing da parte di ignoti. Questi ultimi, tramite l’invio di mail contraffatte per somigliare a quello dell’ente, richiedono alle ignare vittime una serie di operazioni atte a rubargli poi i dati personali o addirittura soldi.

INPS, occhio alla finta mail col malware

La truffa è in realtà vecchia, ma ciclicamente ritorna: il raggiro è realizzato da soggetti che operano a più livelli, e che sfruttando apparenti comunicazioni da parte di un sedicente servizio cliente dell’Istituto, invitano le vittime ad inviare dati personali su un link cliccabile, allo scopo di ottenere (o a volte effettuare) il pagamento di una somma tramite bonifico da parte dell’Inps o subire un controllo.

Tutto finto, ovviamente: lo scopo degli hacker è quello di far scaricare un virus dannoso per le apparecchiature informatiche e i dati del malcapitato, oppure rubargli subito delle informazioni chiave attraverso la compilazione di un finto form online.

Dal canto suo, come sempre l’Istituto invita a ignorare ogni tipo di e-mail che proponga di scaricare allegati e moduli precompilati al fine di ricevere rimborsi per errori nel versamento dei contributi previdenziali o di cliccare su link per accedere alla procedura che consente di presentare ricorsi amministrativi ed elementi simili.

malware

Si ricorda infatti che l’INPS non invia in nessun caso mail contenenti link cliccabili e che tutte le informazioni sulle prestazioni INPS sono consultabili accedendo al portale istituzionale. È necessario, pertanto, prestare massima attenzione alle comunicazioni che si ricevono, non cliccare sui link di email di origine dubbia e verificare sempre l’indirizzo di provenienza.

Ti potrebbe interessare