AMD EPYC e Radeon, CPU e GPU a 7 nanometri

AMD ha presentato il processore EPYC Rome e due schede video Radeon Instinct per data center realizzate con tecnologia di processo a 7 nanometri.
AMD ha presentato il processore EPYC Rome e due schede video Radeon Instinct per data center realizzate con tecnologia di processo a 7 nanometri.

AMD ha svelato importanti dettagli sulle future CPU e GPU per data center durante l’evento New Horizon organizzato a San Francisco. Il chipmaker di Sunnyvale ha illustrato le novità dei processori EPYC basati sull’architettura Zen 2 e delle schede video Radeon Instinct MI50/60 basate sull’architettura Vega. Caratteristica comune è il processo produttivo a 7 nanometri.

AMD EPYC

La CPU che il CEO Lisa Su ha mostrato ai presenti (visibile all’inizio dell’articolo) è un EPYC “Rome”, un potente processore per server. La particolarità di Zen 2 viene definita “chiplets“. Si tratta di un design modulare che ha permesso di affiancare fino a otto moduli x86 (per un totale di 64 core) realizzati a 7 nanometri ad un modulo I/O a 14 nanometri, all’interno del quale è presente il controller di memoria. I singoli chiplet sono collegati tramite Infinity Fabric Interconnect.

Grazie a questa novità architetturale, Zen 2 offrirà un incremento delle prestazioni e consumi inferiori, consentendo di ridurre i costi di gestione dei data center. I primi processori EPYC “Rome” arriveranno sul mercato nel corso del 2019. Per l’architettura Zen 3, prevista per il 2020, verrà utilizzata una versione migliorata nel processo a 7 nanometri (7nm+), mentre i processori basati sull’architettura Zen 4 dovrebbero essere realizzati a 5 nanometri.

AMD Radeon Instinct

Le prime due GPU a 7 nanometri sono invece prossime al lancio sul mercato. Si tratta delle Radeon Instinct MI50 e MI60, acceleratori grafici per HPC, machine learning e cloud computing che offrono potenza sufficiente per l’esecuzione di calcoli complessi, come quelli per la simulazioni su larga scala, previsioni climatiche e prevenzione delle malattie.

Le nuove GPU basate sull’architettura Vega supportano memoria HBM2 a quattro canali (32 GB per MI60 e 16 GB per MI50), in grado di raggiungere una larghezza di banda di 1 TB/s. Le due Radeon supportano inoltre il futuro standard PCIe 4.0 e il link Infinity Fabric per la connessione con altre schede. La Radeon Instinct MI60 sarà disponibile entro fine anno, mentre la Radeon Instinct MI50 arriverà nel primo trimestre 2019.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti