novità

Massimiliano Puccio

Il giaguaro si è estinto, ma solo quello dell’Atari
atari ibm

Il giaguaro si è estinto, ma solo quello dell’Atari

Malgrado l’Atari Jaguar adesso sia un’icona di culto ironica, già durante gli albori fu considerata un tonfo completo a tal punto da convincere l’azienda produttrice a ritirarsi dall’industria dell’hardware. Rilasciata nel 1993, la Jaguar era la significativa rivale delle console di Sega e Nintendo, ed era considerata una macchina dal punto di vista tecnico superiore

Net Yaroze ovvero la PlayStation programmabile
playstation sony

Net Yaroze ovvero la PlayStation programmabile

Sicuramente conoscerete la PlayStation, la console a 32 bit della Sony. Ma in pochi sanno che per 750 dollari era disponibile un kit per programmatori chiamato Net Yaroze, il quale conteneva una speciale console colorata di nero, un manuale, il software per programmare la console con la possibilità di utilizzare i giochi di qualsiasi versione.

Gli Arcade Stick ritornano anche sulla Xbox 360
Web e Social

Gli Arcade Stick ritornano anche sulla Xbox 360

Due anni fa era stato presentato dalla Madcatz il primo Arcade Stick per Xbox 360 e ora la Hori presenta il nuovo EX2 segno che la generazione Arcade non è morta 20 anni fa. Ma da cosa derivano gli Arcade Stick? Con il termine arcade intendiamo un tipo di gioco che può essere giocato in

Macintosh 128K, il Mac con meno memoria di una SIM per cellulare

Macintosh 128K, il Mac con meno memoria di una SIM per cellulare

Introdotto nel Gennaio del 1984, questo Macintosh non aveva un numero di modello ma era semplicemente il Macintosh. Non aveva un nome specifico e prima della dicitura 128K era scritto semplicemente “Macintosh” e il numero serviva solo per distinguerlo dal modello che montava 512K di RAM. Un Macintosh con 128K, cioè lo stesso quantitativo di

Che fine ha fatto il Nokia N-Gage?
Web e Social

Che fine ha fatto il Nokia N-Gage?

N-Gage era un promettente progetto della Nokia, l’obiettivo era quello di creare una console portatile con la funzione di cellulare. Purtroppo l’idea non funzionò: l’autonomia di gioco era ridotta a due ore massime e le dimensioni del cellulare non erano ottimali. Tuttavia, al suo interno era installato un software per il gaming online e chatting

Schermo a colori? No grazie, rosso come il Virtual Boy
nintendo

Schermo a colori? No grazie, rosso come il Virtual Boy

L’industria di gaming è stata sempre spietata e ogni società cerca di competere con un’altra introducendo nuovi funzioni. La Nintendo non si è mai preoccupata dei rischi enormi per tenere la quota di mercato più grossa, per questo, nel 1990, introdusse un sistema di gaming 3D portatile chiamato Virtual Boy. Questo sistema funzionava attraverso degli

Barcode Battler, il videogioco a codici a barre

Barcode Battler, il videogioco a codici a barre

Rilasciato nel 1991, il Barcode Battler era stato creato per concorrere contro le leggendarie console portatili come il Sega Game Gear e il Nintendo Game Boy. Ma a differenza di queste classiche console, il Barcode Battler aveva una grafica scarna e un audio estremamente base che rendeva il tutto un incubo per il videogiocatore. La