McDonald’s entra nel mondo NFT con tre opere di giovani artisti italiani

McDonald’s entra nel mondo NFT anche in Italia, con un progetto creativo unico nel suo genere con la partecipazione di tre artisti emergenti.
McDonald’s entra nel mondo NFT anche in Italia, con un progetto creativo unico nel suo genere con la partecipazione di tre artisti emergenti.

McDonald’s entra da oggi nel mondo degli NFT anche in Italia, dopo averlo recentemente sperimentato oltreoceano. Una scelta che accresce l’offerta esperienziale dedicata ai consumatori, apre nuove strade in linea con le principali tendenze sociali e tecnologiche e parla efficacemente con i più giovani, pubblico elettivo del brand. “Guardiamo al mondo NFT con l’obiettivo di diversificare e innovare l’offerta esperienziale dedicata ai nostri clienti più giovani, sempre un passo avanti nell’individuare i nuovi trend”, commenta Raffaele Daloiso, Chief Marketing Officer McDonald’s Italia.

McDonald’s e gli NFT

Con un valore complessivo che nel 2021 ha raggiunto i 26,9 miliardi di dollari di scambi e la previsione di arrivare a 80 miliardi entro il 2025, il mercato dei Non Fungible Token (NFT) è fra i settori più in crescita a livello globale. Rilevanza economica a parte, il mondo delle opere digitali certificate introduce una modalità completamente nuova di concepire la sfera dell’arte, abbattendone barriere fisiche e concettuali e rendendola fruibile da un pubblico più ampio e dinamico.

Il lancio del Triplo Cheeseburger diviene così l’occasione per la nascita di un progetto creativo unico nel suo genere che vede la partecipazione di tre artisti emergenti nell’universo NFT e di Ghali testimonial del progetto.

Sotto la sua guida, gli artisti Daniele Tozzi specializzato in calligrammi, Serena Gianoli illustratrice e Nicola Laurora aka Nico189 illustratore, hanno infatti reinterpretato il tema del “level up” – concetto alla base del nuovo panino McDonald’s che vuole portare il consumatore verso un ulteriore livello di gusto – al fine di creare tre opere d’arte digitali da convertire poi in NFT. Opere che rimandano al valore della stratificazione, della diversificazione e dell’arricchimento di gusti, idee e stile di vita.

Di ogni opera sono state prodotte 100 copie per un totale di 300 NFT certificati e autentici che McDonald’s ha messo in palio tramite un concorso dedicato valido fino al 5 aprile. Chiunque potrà partecipare all’estrazione, basterà registrarsi sulla app McDonald’s, acquistare un Triplo Cheeseburger e inserire nell’apposita sezione il codice presente sullo scontrino. “Siamo orgogliosi di essere stati i primi nel settore ad aver colto il potenziale degli NFT, investendo nel talento di giovani artisti e rendendolo accessibile a tutti” ha dichiarato ancora Raffaele Daloiso.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti