Microsoft: con Windows 7 non saranno ripetuti gli errori fatti con Vista

Una delle ragioni della fama non eccezionale di Windows Vista, è stata certamente dovuta ai problemi iniziali relativi alla controversa questione della compatibilità del nuovo sistema operativo con l’hardware disponibile al momento del suo lancio.

Un aspetto che, se non è stato decisivo nel creare quell’alone di “diffidenza” di molti utenti nel confronto di Vista, ha di certo contribuito a darne una percezione di prodotto “problematico” per diverse configurazioni hardware, dato che effettivamente diversi problemi si ebbero con alcune componenti non pienamente compatibili.

Ovviamente è per questo che in Microsoft, memori di tutto questo, si vuol procedere al lancio di Windows 7 con molta prudenza, rischiando anche di non rispettare le tabelle di marcia e ritardando un po’ l’uscita del nuovo S.O., pur di non rischiare di immettere sul mercato un prodotto non perfettamente compatibile.

Le parole di Steve Sinofsky a tal proposito sono chiare ed esplicative della posizione del Colosso del software:

Molti spingono per far rilasciare il prodotto il più presto possibile, ma il nostro obiettivo principale è quello di rilasciare un prodotto di qualità.

Come dire: “Non c’è fretta, il software uscirà quando sarà pronto e non prima”, senza frenesia né compromessi sul fronte della funzionalità, mettendo la qualità al primo posto e con il chiaro intento di non ripetere gli errori fatti in passato.

Una scelta onestamente condivisibile quella di Microsoft, che stavolta pare voler “resistere” alle pressione e alle frenesie di un mercato sempre più ansioso di mettere le mani sulla versione definitiva di Windows 7, con l’obiettivo di privilegiare l’immissione sul mercato di un prodotto pienamente compatibile anziché quella di rischiare di ritrovarsi, ancora un volta, con un software in distribuzione non del tutto ottimizzato.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti