Nel futuro di Palm potrebbe esserci Dell

Secondo alcuni analisti, Dell potrebbe essere ormai prossima all'acquisizione di Palm. La società texana subisce gli effetti della crisi, ma ha molta liquidità da poter investire e il comparto degli smartphone appare al momento il più invitante
Secondo alcuni analisti, Dell potrebbe essere ormai prossima all'acquisizione di Palm. La società texana subisce gli effetti della crisi, ma ha molta liquidità da poter investire e il comparto degli smartphone appare al momento il più invitante

I tempi per l’acquisizione di Palm da parte di Dell potrebbero essere maturi. L’indiscrezione giunge da alcuni analisti che vedono positivamente la possibilità di un accordo tra le due società per unire le loro forze, rinforzandosi a vicenda per divenire maggiormente competitive nell’agguerrito comparto degli smartphone. Al momento semplici illazioni, supportate però dalla presenza di ingenti capitali nelle casse di Dell forse pronti per essere investiti in una nuova importante acquisizione.

Nel corso degli ultimi 12 mesi la società texana ha fatto registrare una sensibile riduzione nei ricavi, perdendo circa otto punti percentuali e portandosi intorno ai 57 miliardi di dollari, con un utile netto intorno ai 2 miliardi di dollari, un terzo in meno circa rispetto a un anno fa. Nonostante le prestazioni poco esaltanti condizionate dalla crisi economia, Dell può fare affidamento su circa 10 miliardi di dollari in cassa e pochi debiti, una condizione ritenuta ideale per procedere verso una nuova importante acquisizione. Secondo gli analisti, tale cifra potrebbe essere investita per compiere i primi passi nel comparto degli smartphone e dei palmari, recuperando così il terreno perso nei confronti di Apple e in misura minore di Hewlett Packard.

Per l’esperto Shaw Wu, Dell potrebbe avere dinanzi a sé due possibili prede: Motorola e la più probabile acquisizione di Palm. La storica società sta attraversando un delicato momento di rilancio grazie al suo nuovo e promettente Pre, uno smartphone concepito per entrare in diretta concorrenza con gli iPhone Apple e con i primi dispositivi equipaggiati con l’OS Android di Google. Una scelta di rinnovo radicale per Palm, che ha portato le azioni della società a crescere di circa 375 punti percentuali nel corso degli ultimi mesi sulla scia del grande interesse intorno alla sua nuova impresa nel comparto mobile, tale da far quasi dimenticare la perdita di 682 milioni di dollari registrata nel corso dell’ultimo anno.

Nel corso degli ultimi mesi Dell non ha del resto fatto mistero di essere particolarmente interessata al settore degli smartphone. Nel mese di marzo, il CEO della società aveva confermato la possibilità di sviluppare nuovi dispositivi per il comparto mobile e si era anche ventilata l’ipotesi di un primo prototipo di smartphone, accolto con relativa freddezza da parte delle compagnie telefoniche. Una acquisizione o un forte accordo con Palm potrebbero dunque rilanciare il progetto di Dell, iniettando contemporaneamente nuove risorse nella società produttrice del Pre alla ricerca di un nuovo modello di business maggiormente redditizio e sostenibile.

Al momento Dell non ha fornito alcuna conferma o smentita alle ipotesi circolate negli ultimi giorni online su una possibile acquisizione di Palm. La stessa società produttrice del nuovo smartphone Pre non ha rilasciato alcun dettaglio in merito, preferendo concentrare il proprio impegno sul lancio del suo atteso e innovativo dispositivo.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti