Previsioni in calo per i fornitori di servizi VoIP

La Infonetics Research, società di ricerca e consulenza specializzata nelle telecomunicazioni, ha pubblicato uno studio sull’andamento del mercato VoIP nel 3 trimestre 2008.

La crisi economico-finanziaria e la recessione sembrano farsi sentire anche nel comparto della telefonia VoIP e le previsioni sono molto pessimistiche.

La debolezza del mercato globale ha ridotto dell’8% l’acquisto di apparecchiature VoIP e gli investimenti a livello mondiale.

“Stéphane Téral”, principale analista per il VoIP e IMS a Infonetics Research, ha dichiarato:

“Il Terzo trimestre 2008 ha confermato la tendenza già vista nei mesi precedenti. In Nord America, i provider hanno rallentato i loro investimenti nel VoIP dopo aver completato i grandi progetti; in Europa occidentale e alcune parti dell’Asia, come la Corea del Sud, gli inventari hanno frenato gli investimenti. Il trimestre riflette anche la recessione economica mondiale, che frena la domanda di costose apparecchiature VoIP. I nuovi progetti VoIP, nella migliore delle ipotesi, saranno rinviati a tempi migliori. Le previsioni parlano di due anni di pausa per il mercato del VoIP, fino al 2011”.

Questi gli altri risultati emersi dalla relazione della Infonetics Research:

  • Cisco rimane al 1° posto nel mercato dei media gateway, seguita da GENBAND e Huawei;
  • Nortel mantiene la sua 1° posizione nel mercato mondiale del softswitch;
  • Le implementazioni del Cavo MSOs e del PacketCable 2,0 per migliorare il VoIP residenziale saranno rinviati a causa di difficili condizioni economiche;
  • Voice over a banda larga (VoBB) continuerà ad essere il grande utilizzato su tutta la linea;

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti