QR code per la pagina originale

Ambi Climate: il condizionatore diventa smart

Design, funzionalità e caratteristiche di Ambi Climate, un piccolo accessorio minimal che rende la climatizzazione davvero smart grazie all'AI.

8,9
Prezzo

€ 149

In offerta su Amazon

€ 149

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design8,5
  • Prestazioni9
  • Qualità prezzo9
Pro

Semplicissimo da istallare e usare, app ben strutturata, funzionalità realmente utili ed efficaci

Contro

Nulla in particolare

Di , 18 luglio 2018

[widget_video]

Con l’aumento delle temperature e alla rapida rincorsa per proteggersi da un caldo sempre più tropicale, si è sempre più alla ricerca di soluzioni che possano aiutare a vivere in una casa più confortevole: Ambi Climate è progettato per rivoluzionare l’uso dell’aria condizionata, creando le migliori condizioni ambientali per un comfort personale e un risparmio sulla bolletta energetica.

Prezzo e uscita ()

Il piccolo accessorio Ambi Climate è già disponibile sul mercato a un prezzo al pubblico pari a 149 euro. Per acquistarlo, basta visitare il sito ufficiale o rivolgersi ad Amazon.

Cos’è ()

Ambi Climate è un piccolo hub dalla forma davvero elegante e moderna, e dalle linee minimal. È un controller che rende il condizionatore d’aria davvero smart, un accessorio che si collega a Internet e che grazie all’intelligenza artificiale raccoglie diversi dati per attivare e regolare la climatizzazione in modo da renderla confortevole, evitando dunque temperature eccessive o inadeguate all’interno della stanza. È capace di monitorare nello specifico temperatura, umidità e luce. Va abbinato a sistemi di aria condizionata e nel tempo permette un risparmio energetico.

Come funziona ()

Si tratta di un dispositivo piccolo e portatile che funziona in modo simile ai termostati smart ma che si abbina alla climatizzazione, non all’impianto di riscaldamento, con il vantaggio di disporre dell’intelligenza artificiale capace di comprendere le abitudini dell’utente, e di adattarsi di conseguenza. Ambi Climate si gestisce con una semplice applicazione per Android e iOS che dialoga e monitora il sistema di aria condizionata, in ogni momento e da ogni luogo, apprendendo però le abitudini e dai feedback.

Diverse le modalità d’uso a disposizione. Attraverso la “Modalità Comfort” si può comunicare all’app se si ha caldo o freddo, o se ci si trova in una situazione di benessere, e in questo modo il sistema di AI apprende come i diversi fattori impostati impattano sul comfort dell’utilizzatore, regolando in automatico il climatizzatore e ripetendo la situazione nel tempo. A disposizione poi la “Modalità Fuori Casa” che, anche in caso di lunghe assenze dall’abitazione, va a ottimizzare i parametri del climatizzatore.

In seguito sarà anche disponibile la “Geolocalizzazione Multiutente” che consente accendere l’aria condizionata in modo automatico una volta entrati in casa e di spegnerla quando l’ultima persona della famiglia esce.

Installazione e compatibilità ()

Installare Ambi Climate è semplicissimo per tutti: va collegato a una fonte di elettricità, dopodiché è sufficiente scaricare l’app AmbiClimate (gratis su App Store e Google Play Store), avviarla, aggiungere il climatizzatore nelle vicinanze e iniziare a gestirlo. È compatibile con più di 1200 sistemi di climatizzazione con controllo da remoto e supporta Amazon Alexa e IFTT. Per usarlo occorre inoltre avere un accesso WiFi alla rete e uno smartphone con cuore iOS o Android.

Recensione ()

Come test d’uso, Ambi Climate è stato montato in ambiente domestico dotato di un condizionatore con motore unico e sistema di distribuzione ripartito su 5 stanze per altrettante bocche di aerazione. L’impianto è nuovo ma non è dotato di funzionalità smart.

Una volta verificata la compatibilità con l’impianto tramite app, l’abbinamento con il telecomando giù in uso in casa è stato immediato e indolore. E quel che più conta, Ambi Climate è entrato subito in azione. Grazie all’interfaccia molto semplice e intuitiva, le regolazioni iniziali sono state altrettanto veloci.

In un attimo, quindi, un sistema di condizionamento tradizionale è divenuto smart, aggiungendo il controllo da remoto (l’app va collegata al WiFi domestico) sia sulle regolazioni che sul timer, nonché fornendo informazioni in tempio reale sulla qualità dell’aria interna, la temperatura e il tasso di umidità. Questi dati, inoltre, sono confrontati con una certa precisione con quelli esterni grazie all’integrazione di Dark Sky. L’app permette così di vedere anche le metriche d’uso settimanali e mensili.

Le modalità d’uso sono Comfort, che impara a conoscere la temperatura preferita in casa in base alle media d’suo, Temperatura, che garantisce il classico getto d’aria continuo fino al raggiungimento della temperatura desiderata, Fuori casa, votata al mantenimento di una temperatura media prossima a quella ottimale stabilita con Comfort, e Manuale, per il controllo diretto della temperatura come se si usasse il telecomando.

Le più interessanti sono senz’altro Comfort perché usa l’Intelligenza Artificiale, e Fuori casa perché (come anche la stessa Comfort fa) permette di ridurre i consumi energetici regolando autonomamente e in tempo reale la funzione del condizionatore, variando ad esempio fra aria fredda e deumidificatore e spegnimento in modo tale che la temperatura percepita sia sempre la medesima al un costo ridotto.

Fra le altre cose, sebbene un po’ nascosta e non accessibile a tutti in termini d’uso, va segnalata la compatibilità con IFTTT, che permette di personalizzare l’utilizzo di Ambi Climate, ad esempio impostando dei comandi vocali ad hoc per gli assistenti vocali come Google Assitant in combinazione con Google Home.

Unica pecca notata riguarda l’uso del telecomando classico in combinazione con l’app, anzi in sovrapposizione con essa: di fatto, il sistema non aggiorna l’app relativamente ai comandi impartiti da un altro controller e così, se un altro utente modifica il funzionamento del condizionatore, l’app non se ne accorgerà, proseguendo a misurare i dati in base al programma in uso. Nei test è capitato, ad esempio, che l’app desse indicazioni di status Comfort mentre il condizionatore era stato spento già da un’ora.

A parte questo (alla fine, basta riporre il vecchio telecomando nel cassetto), nelle due settimane di test, Ambi Climate si è dimostrato davvero semplice, quasi elementare all’apparenza, ma il dispositivo nasconde una serie di funzionalità smart capaci di cambiare notevolmente l’uso che si fa del condizionatore.

Utile per il risparmio energetico quanto pratico per la gestione da remoto, diventa rapidamente indispensabile. Per chi non dispone di un impianto di condizionamento intelligente, è un upgrade davvero consigliato.

Immagine: Ambi Climate