QR code per la pagina originale

Asus UL20FT:

Upgrade dell'Asus UL20A, migliore estetica e prestazioni. Ideale per il lavoro ma non per il multimeadiale

Prezzo

€ 580

Giudizi
  • Caratteristiche7
  • Prestazioni7
  • Dimensioni8
  • Qualità prezzo7
Pro

Design, robustezza, prestazioni della CPU

Contro

Pulsanti del touchpad, limite della GPU

Di , 27 Settembre 2010

Design e robustezza

Asus propone una rivisitazione del precedente Asus UL20A con l’Asus UL20FT, un notebook con display da 12 pollici, hardware bilanciato e design accattivante.

Partendo dall’esterno, maneggiando l’Asus UL20FT si ci accorge fin da subito della buona robustezza, ben superiore rispetto alla media: la parte esterna del lid è coperta da un rivestimento in alluminio e, a scopo estetico, la superficie è stata spazzolata. Aperto il lid, ritroviamo lo stesso grigio anche nella parte interna e sul palm rest.

Il display è sorretto da due forti cerniere e non si avvertono flessioni o scricchiolii di sorta. Le dimensioni sono di circa 30 cm in lunghezza, 22 cm in profondità e 2,5 cm di spessore. Il laptop è dunque compatto e pesa poco meno di 1,5 kg. Inoltre le linee morbide sono piacevoli al tatto.

La tastiera, con i pulsanti a isola, ha un buon feedback: lunghe sessioni di digitazione non saranno un problema e anche il layout è confortevole. Non sono previsti tasti multimediali, anche se i comandi per il controllo dei flussi audio sono disponibili, come seconda funzione, in corrispondenza delle frecce direzionali.

La superficie del touchpad, seppure leggermente piccola, è comoda e reagisce velocemente alle sollecitazioni. Di tutt’altro livello i pulsanti cromati: uniti entrambi in un unica “rocker bar”, rendono l’utilizzo molto scomodo

Altoparlanti e display

Il notebook offre un minimo di supporto multimediale, grazie agli altoparlanti forniti da Altec-Lansing. Questi sono posizionati nel retro, proprio sotto il palmrest, il che distorce il suono mentre il portatile è appoggiato su una superficie dura, come una scrivania.

Il display ha, come già anticipato, una diagonale di 12,1 pollici, è retroilluminato a LED, è in formato 16:9 e ha una risoluzione di 1.366×768 pixel. Ii colori sono vivaci e brillanti, a patto di osservare il display con la giusta inclinazione; gli angoli di visualizzazione sono molto buoni per il livello orizzontale mentre piccole variazioni in verticale causeranno distorsioni nei colori.

Interfacce e hardware

Diamo uno sguardo alle interfacce: nella parte sinistra troviamo una porta HDMI, una USB 2.0 e i jack audio; lungo il dorsale destro, un lettore di schede multimediali, altre due porte USB 2.0, una VGA e la porta Ethernet. Sia la parte frontale che il retro sono liberi da interfacce.

Tutto sommato la dotazione è buona anche se ci sarebbe piaciuto trovare qualche porta più avanzata come una eSATA o uno slot ExpressCard.

L’hardware è così composto: il processore responsabile delle computazioni è un Intel Core i3-330UM con una frequenza base di 1,20 GHz coadiuvato da 2 GB di RAM DDR3; la memoria di massa consiste un un hard disk da 320 GB a 5.400 rpm mentre la GPU è, ovviamente, integrata e consiste in un Intel GMA HD.

La configurazione è bilanciata e promette prestazioni scattanti in ambito Office, senza consumi energetici esagerati.

Prestazioni buone ma senza esagerare

La sensazione che si ha usando l’Asus UL20TF è che l’upgrade dal modello precedente abbia portato a un incremento delle prestazioni e a un miglioramento del design. Tuttavia alcune scelte, forse allo scopo di mantenere il prezzo competitivo, rallentano il laptop e non lo fanno brillare particolarmente.

La CPU ha delle prestazioni più che buone e sarà difficile metterla in crisi: il test con PCMark Vantage restituiscono un valore di circa 3.700 punti e, visto il segmento di mercato, possiamo ritenerci più che soddisfatti.

I soli 2 GB di RAM potrebbero, invece, far storcere il naso a qualche utente, visto che molti prodotti della concorrenza offrono 3 o 4 GB di RAM nella configurazione base, ma sono comunque più che sufficienti. L’hard disk è molto capiente, ma le prestazioni non sono eccezionali a causa della velocità di 5.400 rpm. Infine, la scelta della GPU integrata limita le possibilità d’uso del prodotto in ambito multimeaile, specie in ambito 3D.

Complessivamente, le prestazioni dell’Asus UL20TF sono buone, specialmente in ambito Office. In generale, la macchina risulta scattante sopratutto se si ha cura di disinstallare i programmi già installati da Asus, che riteniamo superflui. Eseguire software di base e navigare in Rete non sarà un problema, ma spingersi oltre potrebbe risultare in un calo prestazionale.

Asus promette circa 6 ore di autonomia con questo laptop: l’azienda taiwanese ha un po’ esagerato visto che, con la batteria a sei celle, la luminosità al 70% e navigando nel Web in wireless si riesce a rimanere lontani dalla spina per non più di 4 ore e mezza. L’autonomia resta comunque buona e, ovviamente, abbassando la luminosità e in modalità idle, il portatile potrà raggiungere le 6 ore.