Hoover H-FREE 100: recensione dell’aspirapolvere senza fili

Hoover H-FREE 100 è un aspirapolvere senza fili con motore ciclonico, una discreta gamma di spazzole e un serbatoio capiente per raccogliere la polvere.

pro

  • Batteria removibile
  • Blocco del grilletto
  • Dotazione accessori

Contro

  • Materiali plasticosi
  • Potenza di aspirazione inferiore alle aspettative
il voto di Webnews  6.9
Hoover H-FREE 100 è un aspirapolvere senza fili con motore ciclonico, una discreta gamma di spazzole e un serbatoio capiente per raccogliere la polvere.

Un tempo gli aspirapolvere erano grandi e ingombranti, richiedevano necessariamente il collegamento alla corrente elettrica, con il cavo che andava a incastrarsi fra sedie e mobili e ci rendeva sempre complicate le operazioni di pulizia. Oggi, grazie all’avanzare della tecnologia, abbiamo soluzioni decisamente più pratiche che ci consentono di avere aspirapolvere con una potenza sufficientemente elevata per pulire il pavimento e i tappeti in modo soddisfacente, e allo stesso tempo con batterie che garantiscono una discreta autonomia andando così ad eliminare il cavo elettrico.

Fra le aziende che da sempre producono aspirapolvere abbiamo Hoover, che da qualche anno è entrata a far parte dell’universo di Haier – colosso cinese degli elettrodomestici. Abbiamo provato per un po’ di tempo il recente modello Hoover H-FREE 100, un aspirapolvere con motore ciclonico e con un discreto numero di spazzole per pulire diversi tipi di superfici. Vediamo come ci siamo trovati.

Hoover H-FREE 100

Caratteristiche

La prima cosa che notiamo non appena estratti tutte le parti dell’aspirapolvere Hoover H-FREE 100 sono le dimensioni abbastanza massicce del motore principale che, soprattutto se confrontato con quello di altri prodotti della stessa categoria, risulta più ampio e pesante. In parte questo potrebbe essere dovuto alla volontà del costruttore di integrare un serbatoio di dimensioni maggiori delle media, così da non doverlo svuotare troppo spesso, ma sia visivamente che come peso abbiamo subito notato questo aspetto.

All’interno della confezione abbiamo naturalmente il tubo da fissare al motore, e quindi due spazzole da applicare all’altra estremità. Una di queste è la spazzola motorizzata, con delle rotelle supplementari che ci permettono di direzionarla meglio per andare a catturare la polvere in tutti gli angoli. Questa spazzola ha anche delle luci a LED bianche sulla parte frontale, che si accendono quando avviamo il motore; lo scopo è quello di illuminare angoli bui e spazi, soprattutto sotto ai mobili, così da assicurarci di raccogliere tutto lo sporco.

Hoover H-FREE 100 accessori

Presente anche una seconda spazzola di dimensioni inferiori, da usare tipicamente per aspirare su divani e tappetini, come anche una bocchetta per andare a raccogliere la polvere sulle fessure o per raccogliere le briciole. Questa bocchetta, di dimensioni piuttosto ridotte se confrontata con la lancia che tipicamente troviamo con gli aspirapolvere senza filo, è nascosta in un comparto sul corpo principale, così da averla sempre a portata di mano e non rischiare di perderla in un cassetto in mezzo a mille cianfrusaglie.

Anche la spazzola a pennello, utile per le serrande e per aspirare le ragnatele dai muri, non si stacca ma rimane fissa sul corpo principale dell’aspirapolvere: quando vogliamo usarla è sufficiente farla scorrere verso l’estremità inferiore del prodotto, mentre quando è ritratta indietro possiamo agganciare il tubo o un altro accessorio.

Una caratteristica molto utile è il blocco del grilletto: quando avviamo il motore, infatti, possiamo ruotare questo blocco per tenere il grilletto sempre attivo e non dover continuare a premerlo con il dito; in questo modo possiamo avere maggiore libertà con le mani e non stancare il dito indice.

Hoover H-FREE 100 impugnatura

Dicevamo in apertura che il serbatoio ha una capacità maggiore rispetto alla media: esso può infatti contenere quasi un litro di polvere, per la precisione 0,9 litri. E quando è pieno, o semplicemente vogliamo riporre il nostro Hoover H-FREE 100 pulito e in ordine, basta premere un tasto per aprire la superficie inferiore e far cadere lo sporco direttamente nella pattumiera.

In caso desiderassimo una pulizia più approfondita possiamo sganciare completamente tutto il modulo del serbatoio, e pulirlo così direttamente con acqua o con un panno umido.

La batteria è posta vicino all’impugnatura e può essere rimossa: questo significa che potete acquistarne una seconda per aumentare l’autonomia senza dover attendere una ricarica, in caso di pulizie più lunghe. L’autonomia è infatti di circa 40 minuti, sufficienti per la pulizia di un appartamento di dimensioni limitate ma sicuramente non per chi ha una casa molto grande.

Ed il tempo di ricarica non è propriamente rapido: l’azienda ci dice infatti che per una ricarica completa della batteria dobbiamo attendere 6 ore; quindi, l’opzione migliore è di ricaricarla durante la notte e avere il pieno di energia per le pulizie durante il giorno.

Hoover H-FREE 100: Esperienza d’uso

Dopo aver aperto la confezione e montato gli accessori prescelti, abbiamo subito iniziato un ciclo di pulizie in casa. Come dicevamo in apertura, Hoover H-FREE 100 ci è sembrato un po’ più grande e pesante dell’aspirapolvere che siamo abituati ad usare in casa, e oltre a questo anche una sensazione di prodotto abbastanza plasticoso. La paura è che una caduta o un urto possano danneggiare alcune parti del prodotto, paura che invece non abbiamo mai avuto nell’utilizzo del nostro aspirapolvere abituale.

Anche la potenza di aspirazione non ci è sembrata particolarmente elevata, a fronte invece di una rumorosità maggiore rispetto ad altri prodotti che abbiamo usato. Certo l’aspirapolvere fa il suo lavoro, soprattutto sui pavimenti duri, ma forse su tappeti e superfici morbide come divani e materassi sarebbe stato meglio avere una potenza maggiore.

La spazzola motorizzata ha dei LED bianche per illuminare, ed anche qui non siamo sicuri se siano stati messi tanto per aggiungere una linea nella scheda tecnica, dal momento che la luce è rivolta orizzontalmente anziché verso il basso. Il risultato è sicuramente una illuminazione delle zone più buie, soprattutto quando andiamo sotto ai mobili, ma senza andare ad evidenziare la presenza di polveri e residui di dimensioni minori. Forse un orientamento delle luci più basso avrebbe dato un risultato migliore.

Hoover H-FREE 100 spazzola

Utile invece la scelta di tenere la spazzola a pennello fissa sul corpo principale, come anche la bocchetta nell’inserto vicino l’impugnatura. La parte più noiosa dell’uso degli aspirapolvere senza fili, infatti, è quella di andare a cercare gli accessori e di cambiarli quando dobbiamo pulire zone specifiche, e in questo modo li abbiamo sempre a portata di mano. Peccato solo per le dimensioni davvero ridotte della bocchetta, che alla fine si riduce ad essere usata per aspirare le briciole dopo mangiato e poco altro, non riuscendo ad infilarsi nelle fessure più profonde.

Altra caratteristica utile è quella di poter “parcheggiare” Hoover H-FREE 100 in posizione verticale quando abbiamo bisogno di fare una pausa, ad esempio per spostare dei mobili o rispondere al telefono. L’aspirapolvere rimane abbastanza fermo, sebbene durante le prove abbiamo più volte avuto paura che delle vibrazioni o urti accidentali potessero farlo cadere, causando dei danni al corpo principale.

Molto utile anche il blocco per il grilletto, che ci ha permesso di mantenere il motore sempre attivo senza bisogno di esercitare continuamente una pressione con il dito, e risultando quindi in una maggiore comodità e in minore stanchezza durante il ciclo di pulizia.

Hoover H-FREE 100 attacco

La batteria ci ha abbastanza soddisfatto, rientrando nell’autonomia media di altri prodotti di questa categoria. C’è da dire che noi abbiamo usato il prodotto in un appartamento di dimensioni medio-piccole, mentre se dovete pulire ampie zone di una casa molto più grande possiamo consigliare l’acquisto di una seconda batteria. Buona infatti la possibilità di poter estrarre la batteria scarica e sostituirla con una carica in qualsiasi momento.

Contenuto della confezione

  • Hoover H-FREE 100
  • Spazzola motorizzata con LED
  • Mini turbo spazzola
  • Bocchetta per fessure
  • Spazzola a pennello
  • Supporto da parete
  • Caricabatteria

Disponibilità e prezzo

Hoover H-Free 100 è disponibile su Amazon al prezzo consigliato di €199,99. Sempre su Amazon potete acquistare una batteria supplementare per raddoppiare l’autonomia.

Hoover H-FREE 100: Conclusioni

In conclusione, dobbiamo dire che questo aspirapolvere Hoover H-FREE 100 ci ha convinto a metà. Da un lato abbiamo alcune caratteristiche interessanti come la batteria removibile e la possibilità di lasciare il prodotto in posizione verticale nel mezzo della stanza, dall’altra siamo rimasti un po’ perplessi per i materiali plasticosi e per la potenza di aspirazione al di sotto della media.

C’è da dire che il prezzo di vendita è inferiore ai 200 euro, e quindi ci sta di dover scendere a qualche compromesso.

Scheda Tecnica

Prodotto Hoover H-FREE 100
Dimensioni26×23,4x112cm
Peso2,6Kg
Potenza170W
BatteriaLi-Ion da 2000mAh
AutonomiaFino a 40min
Tempo di ricarica6 ore
FiltroIn tessuto
Capacità serbatoio0,9l
Rumorosità41dB
MaterialePlastica
ColoreTitanio

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti