QR code per la pagina originale

HTC Desire 816: recensione del phablet

HTC Desire 816 è un nuovo phablet Android con schermo da 5,5 pollici, 1,5 GB di RAM e una qualità audio straordinaria per la sua fascia di prezzo.

Prezzo

€ 349

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Design8
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo8,5
Pro

Eccellente qualità audio, ben disegnato e assemblato, prestazioni adeguate, Android 4.4 con interfaccia Sense 6, espansione microSD, prezzo interessante

Contro

Schermo 720p, componentistica di fascia media, solo 8 GB di storage integrato, dorso glossy molto soggetto a sporcizia e impronte

Di , 4 Settembre 2014

Sfida extralarge

HTC Desire 816 è il nuovo phablet del popolare produttore asiatico e giunge sul mercato con un’idea ben precisa: attirare quella fascia di clientela che desidera un dispositivo dotato di grande schermo, ma non disdegna l’idea di mantenere il budget sotto controllo e si accontenta di specifiche di fascia media.

Al costo ufficiale di 349 euro (già però fortemente scontato da numerosi retailer online), questo smartphone offre un rapporto qualità/prezzo interessante per quanto riguarda la categoria dei dispositivi extralarge.

Scheda tecnica ()

La scheda tecnica dell’HTC Desire 816 offre come sua caratteristica principale un ampio schermo LCD IPS da 5,5 pollici, con risoluzione 1.280×720 pixel e dunque una densità in pixel buona, ma lontana da quella dei migliori top di gamma da 1080p e oltre.

Il processore è un Qualcomm Snapdragon 400, quad-core da 1,6 GHz, e il quantitativo di RAM installato è di 1,5 GB, dunque una buona via di mezzo tra il singolo gigabyte montato ormai dai dispositivi più modesti e i 2 GB solitamente presenti negli attuali smartphone di fascia alta. Lo storage integrato è di soli 8 GB, che possono però essere espansi tramite la consueta scheda microSD (fino a 128 GB).

Galleria di immagini: HTC Desire 816, le foto

La SIM utilizzata è in formato nano e la parte telefonica offre supporto quad-band a reti 2G/3G/4G: è dunque presente la connessione dati ultra-veloce LTE. Le antenne includono Wi-Fi b/g/n, Bluetooth 4.0 e GPS (compatibile con satelliti GLONASS); assente invece l’NFC (almeno nel modello testato: la scheda tecnica ufficiale di HTC riporta questa caratteristica come “opzionale”).

Ovviamente, sono equipaggiati tutti i consueti sensori, come accelerometro, giroscopio, sensore di prossimità e di luminosità. La batteria, non rimovibile, è da 2.600 mAh.

Design e costruzione ()

A livello di design e costruzione, l’HTC Desire 816 non raggiunge i livelli di eccellenza dei modelli top di gamma HTC, ma risulta comunque solido e gradevole. I materiali impiegati sono esclusivamente plastici, ma di buona qualità, con un dorso che ha una finitura lucida “glossy” abbastanza gradevole, anche se, come di consueto per questo tipo di soluzione, piuttosto facile da sporcare.

Un particolare degno di nota è la presenza dei due speaker stereo frontali Boomsound, ormai vero e proprio marchio di fabbrica dei migliori dispositivi HTC, che di certo sarà apprezzato da chi richiede ai propri dispositivi mobile una performance audio di qualità.

Le dimensioni sono ovviamente grandi, dovendo accogliere l’ampio schermo da 5,5″, ma non eccessive: 156,6×78,7×7,9 mm e 165g di peso. Grazie alle sue linee semplici e ai bordi smussati, questo telefono è abbastanza semplice e comodo da impugnare, sebbene l’usabilità con una sola mano sia, per ovvi motivi, piuttosto limitata.

Software e prestazioni ()

L’OS installato è Android nella sua ultima incarnazione, ossia 4.4 KitKat, con la consueta skin Sense 6. La personalizzazione di HTC è generalmente considerata tra le migliori in ambito Android, e anche in questo Desire 816 non tradisce, risultando pulita, leggera e molto gradevole all’impiego.

Le prestazioni base di questo phablet, nonostante la scheda tecnica risulti di fascia media, sono infatti brillanti e sempre piacevoli. La navigazione delle schermate home, il lancio delle applicazioni, il multitasking e l’esecuzione dei compiti più comuni (mail, browsing, social, eccetera) è sempre positiva e priva di problemi. Anche le antenne e i sensori sembrano tutti ben performanti e di buona qualità, con in particolare un aggancio piuttosto rapido al segnale GPS.

In ambito di potenza pura, ovviamente, l’HTC Desire 816 non può fare miracoli, e infatti i test di benchmark lo collocano decisamente in fascia media, ma nell’esperienza quotidiana raramente si sente la mancanza di un chipset più potente. Chi è abituato alle prestazioni estreme dei modelli top di gamma potrà notare qualche episodio di micro-lag, come ad esempio nel panning su browser Chrome, ma si tratta davvero di dettagli trascurabili per il 99% dell’utenza.

La valutazione di software e prestazioni sarebbe incompleta senza prendere in considerazione anche l’ambito gaming, dove i risultati offerti da questo smartphone sono discreti. La prova con Real Racing 3 ha mostrato un gameplay davvero fluido e piacevole, agevolato ovviamente dal fatto di dover riprodurre soltanto una risoluzione di 1.280×720. Nel complesso, comunque, questo dispositivo può essere applicato con buona soddisfazione anche al campo dei giochi 3D.

L’autonomia risulta buona, ma non eccellente. In un dispositivo così grande si poteva azzardare qualcosa di più dei 2.600 mAh offerti dalla batteria, che riesce comunque a portare a fine giornata, a patto però che non si faccia un utilizzo troppo intenso di giochi o non si tenga acceso lo schermo per periodi eccessivi. Fortunatamente, le opzioni di controllo energetico incluse in Sense 6 sono abbastanza funzionali e consentono di risparmiare preziosa carica.

Multimedialità e fotocamera ()

Lo schermo dell’HTC Desire 816, nonostante la “bassa” risoluzione, risulta molto gradevole in quanto a resa cromatica, luminosità e angoli di visione. Ovviamente, la densità in pixel è tutt’altro che stellare, ma nel complesso le immagini risultano sufficientemente definite, mostrando il fianco a qualche critica solo nella lettura dei testi più minuti. Nel complesso, considerando anche il prezzo di questo dispositivo, c’è da essere più che soddisfatti.

Davvero straordinario è, invece, l’audio: i due speaker frontali svolgono un lavoro di grande qualità sia per quanto riguarda il volume massimo che la definizione del sonoro, abbastanza potente e ricco da trasformare l’HTC Desire 816 in un discreto music player portatile.

Infine, buona anche la prestazione della fotocamera, che offre 13 megapixel di risoluzione, con autofocus e flash LED. Sebbene le operazioni di scatto siano leggermente meno rapide di quanto ottenibile con i dispositivi top di gamma, la qualità delle immagini è interessante sia per quanto riguarda la definizione che in quanto a resa cromatica.

Verdetto e prezzo ()

L’HTC Desire 816 è uno smartphone extralarge dalle caratteristiche interessanti e dal buon rapporto qualità/prezzo. Ovviamente, la scheda tecnica non è destinata agli amanti delle performance estreme, con un chipset di fascia media e soli 8 GB di storage integrato, ma nel complesso l’esperienza di utilizzo quotidiana è molto gradevole e ben bilanciata.

Anche l’ampio schermo da 5,5”, nonostante la “bassa” risoluzione, offre un impatto notevole che i normali smartphone non possono replicare. L’eccellente qualità audio e le buone prestazioni della fotocamera completano il quadro di un dispositivo ben realizzato e sicuramente molto competitivo nel settore dei phablet a prezzo contenuto che è, lo ricordiamo di 349 euro.