QR code per la pagina originale

HTC One X: un vero gigante

HTC One X, lo smartphone Android da 4,7 pollici, sfoggia il meglio in fatto di potenza di calcolo, capacità multimediali e fluidità dell'interfaccia utente.

Prezzo

€ 699

Giudizi
  • Caratteristiche9,5
  • Connessioni9
  • Design8,7
  • Qualità prezzo9
Pro

Eccellente potenza di calcolo, foto/videocamera evoluta, audio di qualità, interfaccia utente fluida e intuitiva

Contro

Presa poco confortevole, memoria non espandibile

Di , 5 Aprile 2012

Design

One X rappresenta l’ultima mossa di HTC nel percato degli smartphone. La nuova famiglia di smartphone One, annunciata al Mobile World Congress 2012 di Barcellona di poche settimane fa, conta tre modelli – One S, One V e, appunto, il One X, un potenziale gigante tra gli smartphone di gamma alta.

HTC One X nasce per l’intrattenimento mobile, affiancando la straordinaria potenzia di calcolo del processore quad-core a caratteristiche esclusive per video/fotocamera, comparto sonoro certificato Beats Audio e interfaccia HTC Sense 4 applicata alla più recente release di Android, 4.0 Ice Cream.

Il tutto avviene su uno smartphone con corpo monoblocco in policarbonato, occupato interamente sul lato frontale da un enorme touchscreen HD da 4,7″.

La prima presa in mano del HTC One X impressiona, infatti, sia per le dimensioni generose (134,36 x 69,9 x 8,9 mm) sia per l’imponenza dello schermo curvo Super IPS LCD2 capacitivo, con risoluzione HD 720p. Anche se il peso è tutto sommato contenuto – solo 130 gr – è un po’ troppo grande per chi ha mani piccole.

Dobbiamo però fare un plauso a HTC per la cura riposta nella realizzazione, a partire dalla scocca in policarbonato che regala al One X l’aria di un raffinato oggetto di design, rifinito pressoché alla perfezione in ogni dettaglio.

Fotocamera

Arriviamo al vero punto forte del HTC One X, l’eccellente fotocamera da 8 megapixel accompagnata dall’altrettanto ottimo software di gestione Image Sense.

Troviamo innanzitutto un’interfaccia semplificata per le foto e i video, che ci permette di scegliere la modalità di ripresa iniziale. In ogni momento possiamo passare da una all’altra semplicemente agendo sull’icona dedicata, addirittura catturando fotogrammi durante la ripresa video in formato Full HD 1080p.

Galleria di immagini: HTC One X

Il tutto è accompagnato da una reattività all’altezza di una fotocamera compatta di qualità, con un tempo di risposta realmente contenuto e immagini che brillano per precisione della messa a fuoco e fedeltà dei colori.

Ciò avviene grazie anche a un hardware raffinato, che comprende una lente con focale equivalente 28 mm e apertura f:2.0, autofocus con luce di assistenza per il flash LED, e un’efficace stabilizzazione software. Insieme alla pregiata fotocamera posteriore ne troviamo una frontale da 1,3 megapixel per le videochiamate.

Ovviamente per memorizzare foto e video in alta definizione serve un’adeguata capacità di memorizzazione, che non manca: HTC One X dispone di ben 32 GB, purtroppo non espandibili tramite slot per microSD.

Utilizzo

HTC One X

HTC One X racchiude al suo interno un chipset quad-core nVidia Tegra 3 ad alte prestazioni, assistito da 1 GB di RAM, che supporta al meglio il sistema operativo Android Ice Cream 4.0, compresa l’evoluta e intuitiva interfaccia utente Sense 4.0 sviluppata da HTC.

Siamo rimasti letteralmente sorpresi dalla fluidità e leggerezza di Sense 4.0, soprattutto nelle transizioni tra una pagina e l’altra e per i minimali ma efficaci effetti 3D. HTC non ha sottovalutato l’impatto che ha un’interfaccia personalizzata nell’affollato mondo Android, curando aspetti fondamentali per la piena soddisfazione nell’utilizzo, dalle operazioni base a quelle avanzate.

Il multitasking evoluto permette di visualizzare le applicazioni recenti con un design a pannelli multipli. Inoltre basta sfiorare lo schermo con tre dita per passare velocemente alle ultime due applicazioni utilizzate.

Particolarmente riuscita anche la schermata di blocco attiva, che agevola l’accesso alle quattro applicazioni preferite dall’utente.

Autonomia

Una struttura così grande, seppur sottile, consente di alloggiare all’interno una capace batteria Li-Ion da 1.800 mAh, fondamentale per garantire almeno una giornata di autonomia in caso di utilizzo del HTC One X per chiamate, messaggistica e servizi che usano la connessione dati.

In fatto di connettività HTC One X non si fa mancare nulla: supporta NFC, Bluetooth 3.0, Wi-Fi, DLNA per trasferire in modalità wireless i dati direttamente a una TV e una porta USB 2.0 con collegamento mobile ad alta definizione per connessione USB o HDMI tramite un cavo dedicato.

In sostanza, HTC One X, l’ammiraglia della nuova serie One, si prepara a diventare un sicuro protagonista del mercato, con le sue doti intrinseche che attireranno sicuramente le attenzioni di chi cerca il meglio in fatto di multimedialità, modernità del design e prestazioni in uno smartphone. Di contro, nonostante la capiente memoria interna di ben 32 GB, manca uno slot d’espansione, quasi indispensabile in un mondo ormai ad alta definizione e di conseguenza con grande richiesta in fatto di capacità di memorizzazione.

HTC One X sarà disponibile da aprile a un prezzo consigliato al pubblico di 699 euro.