QR code per la pagina originale

HTC Sensation XL: taglie forti

HTC Sensation XL è uno smartphone Android con schermo da 4.7 pollici tutto votato alla multimedialità.

Prezzo

€ 649

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Connessioni9
  • Design9
  • Qualità prezzo8
Pro

Prestazioni, schermo, cuffie in dotazione

Contro

Prezzo, mancanza slot memoria, dimensioni

Di , 11 Gennaio 2012

Extra Large

Dopo l’arrivo dell’HTC Sensation XL, se pensavate che gli smartphone extralarge fossero una moda passeggera, vi ricrederete. Certo, superare abbondantemente i 4 pollici di schermo significa avere un terminale ingombrante, impegnativo e sicuramente meno maneggevole degli altri, ma si ha anche la comodità di consultare documenti e pagine Web in modo agevole.

Dopo il Samsung Galaxy Note (5,3 pollici), tocca quindi al nuovo HTC Sensation XL percorrere la strada degli XL, col suo schermo da 4,7 pollici. Si tratta di uno smartphone Android con una particolare predilezione per il multimediale, testimoniata dalla presenza nella confezione di cuffie Monster Beats Audio (di tipo in-ear) dalla colorazione rossa. Il resto della confezione non si discosta molto dalle altre, con i soliti cavi dati, alimentatore e manuali cartacei.

L’HTC Sensation XL (verosimilmente XL sta per extra large) è grande (132,5×70,7×9,9 mm) ma meno di quanto le dimensioni dello schermo indurrebbero a pensare. La cornice, infatti, è molto ridotta e il pannello LCD arriva a pochi millimetri dai bordi laterali. Impugnarlo non è sempre agevole e non sempre si riesce a interagire con il terminale con una sola mano, anzi spesso il pollice non riesce ad arrivare all’angolo opposto, richiedendo inevitabilmente l’uso anche della seconda mano.

Anche il peso (162,5 grammi) è una conseguenza delle dimensioni, ma con l’abitudine si riesce a chiudere un occhio. In complesso, l’HTC Sensation XL appare elegante, con linee molto semplici ma per niente banali.

Profilo tecnico

Per il Sensation XL, HTC ha scelto un processore Qualcomm MSM8255. Si tratta di un’unità single core funzionante alla frequenza di 1,5 GHz, il che è pur sempre notevole per uno smartphone. Stranamente, non è stata seguita la tendenza attuale che spinge per l’adozione di processori dual-core nelle macchine di punta, ma in ogni caso le prestazioni non sono assolutamente penalizzate. I rallentamenti durante l’uso sono in pratica assenti, forse solo qualche accenno nella navigazione Web in presenza di pagine molto impegnative.

Galleria di immagini: HTC Sensation XL

La dotazione di memoria a bordo è interessante: 16 GB (poco più di 12 quelli disponibili) per dati e applicazioni e 768 di RAM. Purtroppo non c’è nessuno slot per schede microSD, quindi l’espandibilità è in sostanza nulla.

Lo schermo, vero fiore all’occhiello dello smartphone, è un pannello multitouch capacitivo da 4,7 pollici, di qualità molto buona. La risoluzione, tuttavia, non è eccezionale (480×800 pixel) e non sfrutta al massimo le potenzialità messe a disposizione da una diagonale così generosa. Nonostante ciò, la visibilità è notevole e non crea nessun problema durante la consultazione dei documenti.

Anche sul versante della connettività siamo di fronte a un terminale completo sotto ogni punto di vista: GSM/GPRS/EDGE (850/900/1800/1900 MHz) e UMTS/HSPA (850/900/2100 MHz). Poi ancora Bluetooth e Wi-Fi 802.11 b/g/n e tutti i classici sensori (accelerometro, prossimità, luminosità, bussola…).

Multimedia di alto livello

La sezione multimediale è dove, indubbiamente, l’HTC Sensation XL ha puntato di più. Le cuffie in dotazione sono ottime e la riproduzione audio/video è di elevata qualità. La fotocamera da 8 megapixel con doppio flash led e autofocus, inoltre, consente scatti davvero molto buoni e video apprezzabili (720p).

Il sistema operativo adottato è una delle ultime versioni disponibili di Gingerbread (2.3.5), ma HTC ha già promesso per tutta la gamma Sensation l’aggiornamento ad Android 4.0 (Ice Cream Sandwich) nel 2012, quindi anche in prospettiva il terminale dovrebbe mantenere una certa longevità.

Allo stato attuale, in ogni caso, il Sensation XL si comporta egregiamente e la dotazione software di serie è sicuramente completa o completabile, attingendo alle innumerevoli proposte disponibili sul Market. Non manca, come è d’abitudine sui terminali della casa asiatica, la solita interfaccia HTC Sense (qui in versione 3.5), un po’ pesante ma davvero molto completa e personalizzabile.

Abbiamo stressato a lungo l’HTC Sensation XL e, nel complesso, possiamo ritenerci davvero soddisfatti dal prodotto. Anche l’autonomia con la batteria (1.600 mAh) ci ha permesso ci arrivare a sera senza problemi, pur smanettando parecchio durante il giorno, un risultato sempre apprezzabile per smartphone di questo genere.

Il prezzo? 649 euro, sicuramente molto alto e solo in parte giustificato dai contenuti tecnici.