QR code per la pagina originale

Samsung Serie 9 900X3C-A01: raffinato e potente

Samsung Serie 9 900X3C-A01 è l'atteso nuovo ultrabook di punta del produttore coreano, che sfoggia una linea elegante e compatta insieme a un equipaggiamento hardware di tutto rispetto.

Prezzo

€ 1.399

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Prestazioni8
  • Dimensioni9
  • Qualità prezzo8
Pro

Cura sopraffina nel design e nei materiali; qualità e trattamento antiriflesso dello schermo; ottima portabilità

Contro

Touchpad senza tasti separati; tastiera flessibile

Di , 15 Giugno 2012

Design

Il primo approccio con il nuovo Samsung Serie 9 fa immediatamente capire come la definizione di ultrabook gli stia stretta. Infatti, la seconda generazione della famiglia di portatili del brand coreano, per design e caratteristiche hardware, si propone più come un compatto e leggero notebook di lusso.

Due saranno i modelli che comporranno la Serie 9 di Samsung, che si differenziano principalmente per la dimensione dello schermo – 13,3″ e 15″ – e per la dotazione hardware; la nostra prova è incentrata sul primo.

Da chiuso, il nuovo Samsung Serie 9 appare come un raffinato oggetto di design, con il suo chassis monoblocco in alluminio nero, impreziosito da una cornice lucidata a specchio che corre lungo i lati e dalla superficie sabbiata della cover dello schermo.

Samsung ha lavorato non solo sulla scelta dei materiali e sull’estetica, ma anche e soprattutto sulle dimensioni: la seconda generazione del Samsung Serie 9 ha uno spessore di soli 13 mm e un corpo più compatto del 28% rispetto al suo predecessore. Il peso è sorprendente, solo 1,16 Kg: né in mano né in borsa si fa sentire, è appena più voluminoso di una rivista o un plico di documenti. Ottimo persino il bilanciamento dei pesi tra la base e lo schermo, segno che Samsung ha realmente curato ogni dettaglio.

Una volta aperto il Samsung Serie 9 si è subito colpiti dallo schermo, dalla cornice minimale e dalla base poggiapolsi leggermente rialzata rispetto alla tastiera. Ottima la retroilluminazione della tastiera, con un sensore che la adegua alla luce ambientale, meno buona la comodità nella digitazione poiché la zona centrale è leggermente flessibile. Il touchpad, disassato sulla sinistra, ha un’ampia superficie, si rivela preciso anche nelle complesse gesture multitouch (riconosce fino a 21 tipi di movimenti differenti), ma pecca nella mancata separazione dei due tasti.

Potenza

Samsung Serie 9 nasconde al suo interno il meglio in fatto di tecnologia. Il cuore dell’ultrabook è un processore Intel Core i5 3317U da 1,7 GHz e con 3 MB di Cache di terzo livello, assistito da 4 GB di memoria DDR3 espandibile sino a 8 GB e da una memoria allo stato solido da 128 gigabyte.

Galleria di immagini: Samsung Serie 9 900X3C-A01

Il motore grafico Intel HD 4000 con memoria condivisa fa capire che il Samsung Serie 9 non è pensato per la multimedialità e per i giochi 3D più esosi in termini di potenza di calcolo. È in ogni caso sufficiente per lavorare tranquillamente in mobilità.

In particolare l’unità SSD assicura un avvio rapidissimo per ogni applicazione anche se, per ottenere il massimo in fatto di performance, è consigliabile espandere la RAM.

Gli ultrabook Serie 9 sono distribuiti con Windows 7 Professional a 64 bit, ma Samsung promette l’aggiornamento a Windows 8 non appena sarà reso disponibile.

Schermo

Samsung Serie 9

L’aspetto che più colpisce del Samsung Serie 9, a parte il design sopraffino, è l’ottimo schermo. Il display da 13,3″ offre il meglio, o quasi, sotto ogni punto di vista: risoluzione HD+ da 1.600×900 pixel, per una maggiore chiarezza nella lettura e definizione delle immagini; eccellente luminosità (400 nit) che si sposa con una grande fedeltà nella resa cromatica; un trattamento antiriflesso all’altezza delle attese su un prodotto di questa classe, grazie anche al trattamento opaco della superficie; sensore di luminosità ambientale che adegua con efficacia la retroilluminazione.

Da questo punto di vista, il modello da 15″ aggiunge poco o nulla in fatto di qualità visiva. Infatti, la maggiore ampiezza è accompagnata dalla stessa risoluzione, fermo restando una dotazione hardware più capace e prestante (CPU quad-core Intel Core i7, 8 GB RAM, SSD 256 GB) che giustifica il prezzo superiore.

Interfacce e autonomia

Anche per interfacce ed espandibilità non manca nulla nel Samsung Serie 9: troviamo un lettore di schede SD a scomparsa, una porta micro Ethernet con adattatore proprietario in dotazione, un’uscita video mini Display, una porta HDMI, jack audio e due USB (USB 3.0 sul lato sinistro e 2.0 su quello destro), oltre alla connettività senza fili Wi-Fi 802.11 a/b/g/n e Bluetooth 4.0.

La raffinata gestione del risparmio energetico regala non solo un’autonomia prossima alle sei ore ma anche un avvio in poco meno di 10 secondi e un ripristino da stato di sospensione in circa due secondi.

Il Samsung Serie 9 è, insomma, un ultrabook esclusivo con un prezzo alla sua altezza: gli allestimenti con schermo da 13 e 15 pollici sono venduti rispettivamente a 1.399 e 1.699 euro. Si colloca inevitabilmente nella fascia alta del mercato, non sfigurando con prodotti più blasonati. Infatti, ogni dettaglio è stato curato sul Serie 9 di Samsung, a partire da un’estetica sopraffina finendo con una configurazione hardware coerente con la destinazione d’uso.