QR code per la pagina originale

Zhiyun Crane M2: compatto e ricco di funzioni

Crane M2 è uno stabilizzatore a tre assi molto versatile, compatibile con fotocamere compatte, action cam e smartphone.

8,8
  • Recensione
Prezzo

€ 220

In offerta su Amazon

€ 0

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design8,7
  • Prestazioni9
  • Qualità prezzo8,5
Pro

Compattezza e portabilità, display, possibilità di espansione con altri accessori

Contro

Niente da segnalare

Di , 2 Marzo 2020

Sia che si vogliano acquisire video per un utilizzo professionale, sia che invece lo scopo sia puramente amatoriale, magari per delle veloci storie da condividere sui profili social o per dei vlog, arriva il momento in cui si cerca uno strumento che aiuti a catturare immagini più ferme. Certo, la maggior parte delle fotocamere possiede una stabilizzazione ottica, ed anche gli smartphone oggi riescono a garantire immagini più stabili anche solo attraverso l’elaborazione digitale. Il risultato però non sarà mai perfetto, e per questo si può ricorrere ad un gimbal, uno strumento che oltre a compensare i movimenti della fotocamera può darci tutta una serie di altri strumenti per registrare immagini di qualità superiore.

Abbiamo voluto provare lo Zhiyun Crane M2, uno fra i gimbal più compatti e versatili sul mercato, e allo stesso tempo fra i più completi in termini di caratteristiche e funzionalità.

Caratteristiche ()

Già a cominciare dalla confezione ci rendiamo conto di come l’azienda abbia tenuto conto di tutti i particolari: troviamo infatti insieme al corpo principale dello stabilizzatore anche un treppiedi, un adattatore per fissare lo smartphone, un laccetto da polso e il cavo di ricarica.

Il corpo principale è ben robusto e dotato di un ottimo grip, affinché non sfugga mai di mano. Troviamo subito sopra l’impugnatura un piccolo display OLED monocromatico che riporta informazioni quali la modalità in uso e il livello di carica della batteria, posizionato sopra al joystick e a due tasti per avviare la registrazione e cambiare modalità. A destra abbiamo il tasto menu e quello di accensione; a sinistra un selettore per lo zoom, la porta USB-C per la ricarica e un aggancio a vite per accessori di vario tipo quali flash, microfono o altro; sulla parte posteriore un altro pulsante a grilletto per gestire le modalità di registrazione ed il blocco sull’asse orizzontale (pan).

Il gimbal è dunque composto di tre assi: pan, tilt e rol, ed oltre alle varie viti per bloccare e regolare i supporti è dotato anche di una porta microUSB per alimentare la fotocamera o un accessorio, e di una placca estraibile a cui vengono fissate la fotocamera o il supporto per lo smartphone. Il peso massimo che possiamo fissare sul gimbal è di 720 grammi, motivo per cui il prodotto è adatto a fotocamere compatte o mirrorless ma non a reflex di dimensioni più elevate.

All’interno dell’impugnatura è presente una batteria da 1100mAh in grado di garantire fino ad 8 ore di lavoro.

Sono poi presenti le connettività Bluetooth e WiFi per il controllo della fotocamera o dello smartphone attraverso i tasti del gimbal, ed è disponibile l’app ZY Play sia per Android che per iOS per la gestione da smartphone.

Prezzo ()

Lo Zhiyun Crane M2 è disponibile su Amazon al prezzo di listino di €219.

Compra su Amazon

ZHIYUN Crane M2

Stabilizzatore a tre assi compatto e molto versatile, compatibile con fotocamere, action cam e smartphone.

Recensione ()

Già dalla confezione di vendita dello Zhiyun Crane M2 ci rendiamo conto di avere davanti un prodotto dalle dimensioni ridotte, ed infatti il gimbal è compatto e semplice da portarsi dietro grazie anche alla possibilità di ripiegare i vari bracci stabilizzatori e di bloccarli in una posizione di riposo.

Una volta sbloccato e fissata la fotocamera o lo smartphone si deve procedere con la prima calibrazione, ovvero con la regolazione dei vari assi affinché la camera sia in posizione stabile. L’operazione è piuttosto semplice se vogliamo utilizzare una fotocamera compatta o una action cam, mentre è un po’ più laboriosa nel caso scegliamo di usare uno smartphone; questo perché lo smartphone viene solitamente fissato in maniera asimmetrica per non premere accidentalmente i tasti di accensione o del volume con il morsetto del supporto.

Effettuata la calibrazione possiamo accendere il gimbal. Vedremo subito le informazioni principali sul display, ed è molto utile avere sempre sott’occhio la modalità impostata e il livello di carica della batteria. Possiamo cambiare modalità con la pressione di un tasto e selezionare quella scelta fra le consuete tre di base e le tre aggiuntive:

  • Pan Following (PF): muove la fotocamera orizzontalmente a seconda del movimento dell’impugnatura; perfetto per hyperlapse.
  • Following (F): aggiunge anche il movimento verticale seguendo i movimenti dell’impugnatura.
  • Locking (L): la fotocamera rimane bloccata su di una inquadratura anche muovendosi.
  • POV Full-Range: la fotocamera guarda sempre in avanti permettendoci un movimento su tutti e tre gli assi.
  • Go: attivabile con doppia pressione del tasto M, velocizza i movimenti del gimbal per poter seguire le azioni più veloci.
  • Vortex: attivabile con una ulteriore doppia pressione del tasto M, ruota la fotocamera di 360° per ottenere il cosiddetto barrel-roll.

Le connettività Bluetooth e WiFi ci permettono di connettere il gimbal direttamente a fotocamere o action cam compatibili, e di controllare il livello di zoom tramite il tasto a cursore sulla parte laterale dell’impugnatura o di attivare e interrompere la registrazione tramite il tasto apposito.

Qualora invece volessimo usare uno smartphone sarà sufficiente installare l’app ZY Play per connetterci allo stabilizzatore, visualizzare l’interfaccia di registrazione e gestirla tramite i tasti sull’impugnatura. Anche in caso di utilizzo di una fotocamera, l’app ci permette di gestire da remoto tutte le funzioni del gimbal quando ad esempio questo è fermo con il treppiedi.

Particolarmente utile poi la presenza dell’aggancio a vite sul lato dell’impugnatura per permetterci di aggiungere accessori esterni quali il supporto per un microfono esterno o un flash. Questo è importante soprattutto quando usiamo uno smartphone come strumento di registrazione, dal momento che i dispositivi mobili hanno dotazioni inferiori alle macchine fotografiche.

In conclusione il gimbal Zhiyun Crane M2 è sicuramente uno strumento molto versatile che viene incontro a tutti coloro i quali hanno esigenza di registrare video, che si tratti di mobile-journalists o vlogger, ma anche di persone che semplicemente hanno piacere a catturare i ricordi delle proprie vacanze. Con un focus sulla compattezza e sulla portabilità, ma anche con un set completo di funzioni semplici da usare, Crane M2 è un’ottima scelta nel panorama degli stabilizzatori.