Speciale Campus Party: innovazione e creatività

Campus Party 2

Campus Party, innovazione e creatività in campeggio

Festival internazionale dedicato all'innovazione e alla creatività, Campus Party promuove l'open innovation e l'utilizzo della tecnologia e ha l'obiettivo di presentare progetti all'avanguardia per trovare soluzioni innovative che cambieranno il mondo. Si differenzia dagli altri per un format che comprende un'area dedicata al camping, dove migliaia di giovani pernottano e apprezzano il festival nella sua interezza.

Nato nel 1997, nel corso degli anni è cresciuto da diventare la più grande esperienza tecnologica del mondo e per il secondo anno sbarca in Italia: l'evento si tiene a Milano, suddiviso in tre grandi aree. Previsti oltre 400 contenuti declinati in talk, workshop, interviste, hackaton e call for ideas. 

Di

[widget_video]

Presentare progetti all’avanguardia per trovare soluzioni innovative che cambieranno il mondo. Questo l’obiettivo del Campus Party, la più grande esperienza di open innovation al mondo che coinvolge non solo giovani talenti ma anche istituzioni, aziende, università e community. «L’evento internazionale più grande al mondo su innovazione e creatività», così come Campus Party definisce il proprio progetto.

5 giorni no stop di intense attività, oltre 450 ore di contenuti per 3 aree uniche, 350 speaker, oltre 4mila campuseros e circa 15mila visitatori giornalieri: l’edizione 2018 in scena a luglio a Milano arriva sulle basi di grandissimi numeri, ora allo scopo di “riscrivere insieme il codice sorgente dell’Italia”.

Cos’è il Campus Party Italia 2018 ()

Di notte il Campus Party diventa un grande campeggio colmo di ragazzi e ragazze che chiacchierano, si conoscono, si divertono e si riposano, per ricaricare le pile; di giorno, migliaia di questi campuseros provano a dare forma alle proprie idee, con l’opportunità di ascoltare oratori di grande spicco da poter essere considerati d’ispirazione.

Nato nel 1997 in Spagna da un’idea di Paco Ragageles, con ben 61 edizioni alle spalle in 11 Paesi diversi, il Campus Party mette al centro le idee dei giovani dando loro tutto il tempo necessario per coltivarle e condividerle, in uno spirito di gruppo che favorisce l’innovazione. Si differenzia dagli altri festival soprattutto per l’area completamente dedicata al campeggio e ospita tutti ragazzi dai 18 ai 30 anni: studenti, geek, digital enthusiast, appassionati di tecnologia e innovazione. Condivisione e creatività sono alla base di un evento che promuove l’Open Innovation e l’utilizzo della tecnologia come strumento indispensabile per cambiare il mondo in cui viviamo.

Si tratta di un modello già testato e vincente per dare opportunità ai migliori talenti di innovare attraverso format non convenzionali.

Temi e contenuti dell’edizione 2018 ()

In Campus Party si trovano 400 ore di contenuti declinati in speech, workshop, interviste, hackathon, call for ideas; presenti poi simulatori, postazioni dedicate al gaming, stand di università e aziende partner, area dedicata ai giochi indipendenti, alle tecnologie all’avanguardia, alla realtà virtuale e aumentata, ai makers e alle più grandi e importanti community nel panorama italiano.

Nelle giornate le attività saranno incentrate principalmente su cinque diverse tematiche: Creativity, Coding, Entertainment, Entrepreneurship e Science, ma c’è un unico filo conduttore ed è la tecnologia.

350 gli speaker internazionali presenti a questa nuova edizione del festival, tra i quali oltre a italiani ben noti del panorama digital e innovation come Luca Nemolato, la mente italiana dietro la creatura di “The Shape of Water”, si annoverano Lena de Winne, Ceo di Asgardia, la prima “nazione spaziale” della storia; Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare; Loretta Falcone, space evangelist ed ex-NASA; James Hughes, Executive Director dell’Institute for Ethics and Emerging Technologies e autore di “Citizen Cyborg: Why Democratic Societies Must Respond To The Redesigned Human Of The Future”.

Le aree ()

Tre le aree che danno vita all’evento:

Arena

Vero e proprio cuore pulsante del Campus Party, l’Arena è organizzata in sette palchi, che ospiteranno 400 ore di contenuti in talk, panel, BarCamp, interviste e presentazioni delle idee nate dagli hackathon, le maratone di creatività. Chiunque ha voglia di imparare qualcosa di nuovo può partecipare ai numerosi workshop in programma, o assistere a conferenze e presentazioni da parte degli innovatori.

Experience

Experience è quel luogo dove poter toccare con mano il futuro e le tecnologie innovative: «robot, VR, AR, simulatori, tornei e aree dedicate al gaming e agli e-sports. Makers, aziende, istituzioni e università, inoltre, esporranno soluzioni e progetti all’avanguardia».

Village

Village è l’area che si trasforma in una distesa di tende da campeggio, destinata al camping dei campuseros. Ci saranno programmatori, startupper, informatici, designer e appassionati di tecnologie, i quali alloggiano in tenda quando lo vorranno, 24 ore su 24, come da tradizione del festival. Le tende sono fornite da Campus Party e regalate ai partecipanti alla fine dell’evento.

CPHack ()

I CPHack sono hackathon e call for ideas in formato Campus Party che si svolgono nell’area Arena e prevedono nello specifico delle gare di innovazione da cui vengono selezionate le idee e i progetti migliori, utili a risolvere problematiche reali. È un percorso che inizia mesi prima dell’evento, soddisfacente tanto per i campuseros quanto per le aziende e le istituzioni proposte, che hanno in tal modo la possibilità di migliorare i propri servizi.

Dove e quando partecipare ()

Per la seconda volta in Italia, Campus Party 2018 ha scelto Milano come sede dell’evento che si terrà dal 18 al 22 luglio, nello specifico alla Fiera Milano Rho. Per acquistare il biglietto d’ingresso e partecipare è sufficiente andare sull’apposita pagina online.

I campuseros potranno iniziare ad accedere alla fiera il 18 luglio dalle ore 13:00 per chi campeggia dentro l’evento. Giorno 22 luglio è il giorno di “check-out”: entro mezzogiorno si smonteranno le tende.