novità

nand

Prezzi SSD uguali agli HDD entro 5 anni
nand

Prezzi SSD uguali agli HDD entro 5 anni

Tutti gli appassionati di informatica sanno ormai che i sistemi di storage del futuro saranno dominati dai drive a stato solido, prodotti giovani ma destinati a superare in prestazioni qualsiasi hard disk tradizionale. Ma la domanda che tutti si pongono è: quando arriverà questo futuro? Ryan Petersen, CEO di OCZ, promette una drastica riduzione dei

Implementazione del wear leveling dinamico
nand wearleveling

Implementazione del wear leveling dinamico

Nel wear leveling dinamico ogni cella di memoria è caratterizzata da un parametro denominato erase count, ovvero il numero totale di cancellazioni a cui è stata sottoposta la cella. Tale parametro influenza la scelta delle celle da parte del controller NAND Flash per le successive operazioni di scrittura e riscrittura, in quanto vengono scelte le

Approfondimento sul wear leveling
nand wearleveling

Approfondimento sul wear leveling

Il wear leveling è una tecnica che aiuta a ridurre il prematuro deterioramento delle celle di memoria NAND Flash ottimizzando con diversi approcci il loro sfruttamento nel tempo. La necessità di ricorrere al wear leveling è dovuta alla limitatezza dei cicli di scrittura e cancellazione delle celle di memoria NAND Flash, ormai famosissime grazie alla

Prezzi in aumento per gli SSD?
nand

Prezzi in aumento per gli SSD?

La tecnologia alla base dei drive a stato solido ha ormai raggiunto la piena maturità, per cui molti si aspettano una netta riduzione dei prezzi. Purtroppo sembra che l’acquisto di un SSD economico debba rimanere un sogno almeno fino al 2011. Una ricerca di iSuppli ha evidenziato un incremento dei costi dei chip di memoria

Chip NAND da 34 nm anche da Micron
hard disk micron nand

Chip NAND da 34 nm anche da Micron

Dopo il probabile lancio di nuovi drive a stato solido da parte di Intel, tocca a Micron Technology annunciare l’inizio della produzione di memorie flash con processo produttivo a 34 nanometri. I chip di tipo NAND MLC permetteranno di realizzare SSD più veloci ed economici, conformi alla versione 2.1 delle specifiche ONFI (Open NAND Flash

In futuro SSD con chip NAND wireless
nand wifi

In futuro SSD con chip NAND wireless

Tutti gli attuali dischi a stato solido in commercio sono costituiti da un PCB su cui sono saldati un numero variabile di chip NAND flash di tipo MLC o SLC. Le interconnessioni elettriche tra i vari chip sono circa 1500 in un SSD formato da 64 chip. I ricercatori della Keio University sono riusciti a

Un milione di cicli per le memorie Enterprise NAND di Micron
Web e Social

Un milione di cicli per le memorie Enterprise NAND di Micron

Recentemente il produttore americano di memorie Micron Technology ha introdotto una nuova classe di memorie NAND SLC capaci di sopportare carichi di lavoro superiori garantendo una robustezza di funzionamento fino a 10 volte maggiore rispetto alle memorie NAND attuali. Nello specifico si parla di una capacità fino a un milione di cicli di lettura/scrittura per

Samsung offre 5,85 mld, ma SanDisk rifiuta
Business

Samsung offre 5,85 mld, ma SanDisk rifiuta

Samsung ha reso pubblica la sua prima offerta per acquisire SanDisk: 5,85 miliardi di dollari. La società californiana ha però rifiutato l’offerta, ritenuta inadeguata rispetto al reale valore di mercato della compagnia. Intanto Toshiba pensa al da farsi

Vita media più lunga per le memorie Flash Nand
Web e Social

Vita media più lunga per le memorie Flash Nand

Attualmente uno dei problemi più grossi delle memorie Flash Nand è il numero limitato di cicli di lettura/scrittura che possono essere sopportati dalle celle alla base della loro architettura. In un periodo dove spopolano dispositivi che fanno largo uso di memorie Flash è impossibile immaginare una loro vita media di pochi anni, così un gruppo

Intel contiene i danni del primo quarto
Gadget e Device

Intel contiene i danni del primo quarto

Rivedendo le aspettative su una cifra più ragionevole Intel ha raggiunto la quota che si era prefissata riuscendo a contenere i danni in borsa dati dal calo delle proprie entrate. A contribuire decisivamente sembrano essere state le memorie Flash

BiTMICRO: ufficiale il drive SSD da 1.6 Terabyte
nand

BiTMICRO: ufficiale il drive SSD da 1.6 Terabyte

BiTMICRO è un nome che, ultimamente, si trova spesso al centro dell’attenzione quando parliamo di Solid State Disk: mentre le altre società presentavano i propri SSD da 64GB e 128GB, BiTMICRO stupiva tutti annunciando SSD da 416GB e 832GB. Oggi BiTMICRO tenta di stupire nuovamente tutti, annunciando ufficialmente quanto trapelato nei mesi precedenti con questa

Crollano i prezzi delle memorie flash
flash nand ram

Crollano i prezzi delle memorie flash

Qualche giorno fa, avevamo parlato della commercializzazione anche per Hyundai di hard disk solid state e ci eravamo soffermati sui prezzi improbabili di questo tipo di soluzioni, a causa dei costi proibitivi delle memorie flash. Ebbene è notizia di ieri che Toshiba, uno dei maggiori produttori di memorie NAND, assieme a Samsung, Sandisk e Kingston,

Q3 in negativo per Toshiba
Business

Q3 in negativo per Toshiba

Il crollo dei prezzi delle memorie NAND e le alterne vicende del formato HD-DVD sono le principali cause del trimestre in negativo per Toshiba. La società giapponese ha visto ridurre i guadagni delle sue principali attività di circa il 25%

Nanochip, tremano le memorie Flash
chipset flash memorie

Nanochip, tremano le memorie Flash

Nanochip, azienda statunitense nata nel 1996, che vede tra i propri investitori il colosso Intel, ha annunciato di aver sviluppato una tecnologia alternativa alla NAND Flash (attualmente utilizzata per la produzione di memorie non volatili di tipo Flash) in grado di realizzare memorie nell’ordine dei 100Gb e con velocità di lettura e scrittura decine di

L’FTC investiga sull’accordo Intel-STMicro
Business

L’FTC investiga sull’accordo Intel-STMicro

L’annunciata joint venture tra Intel e STMicroelectronics è ora sotto l’occhio vigile della Federal Trade Commission americana. Alle due società sono stati richiesti ulteriori dettagli sull’accordo per verificare eventuali violazioni delle leggi antitrust