QR code per la pagina originale

Far Cry 2

Far Cry fa il suo ritorno sulla scena nella maniera più spettacolare

Voto WebNews
8,5
Data di uscita

23 Ottobre 2008

Giudizi
  • Giocabilità8,3
  • Grafica8,5
  • Sonoro8,0
  • Multiplayer9,0
  • Longevità8,8
Pro

Il motore Dunia offre un dettaglio grafico altissimo;effetti particellari splendidi; editor divertente da utilizzare; single player sulle 30 ore e multiplayer potenzialmente infinito.

Contro

I.A. a volte non troppo efficiente; fisica non sempre all’altezza; le missioni sono molto simili tra loro.

Di ,

Giocabilità

Il gioco potrebbe definirsi un FPS con forti elementi di free roaming propri di giochi come Grand Theft Auto 4. Le prime due missioni faranno da tutorial, così da poter prendere dimistichezza con tutti i comandi ed i gadget a vostra disposizione. Fondamentale per il nostro personaggio sarà l’utilizzo del GPS che, insieme alla mappa, faciliterà l’esplorazione della savana. Questo apparecchio non solo vi guiderà negli immensi spazi di Far Cry 2, ma indicherà anche la posizione delle numerose casse in metallo contenenti i diamanti, vera e propria moneta di scambio per acquistare armi, veicoli e potenziamenti di vario genere.

Un altro gadget a vostra disposizione sarà il monocolo il cui mirino passerà da rosso a verde quando inquadrerete punti di particolare interesse come rifornimenti o nemici, che potranno essere segnati sulla mappa a nostra disposizione. Il monocolo sarà uno strumento molto importante per poter studiare bene la situazione di una base nemica senza essere scoperti.

Il territorio africano è molto vasto e per arrivare da un punto ad un altro non sarà sufficiente (e sicuro) andarsene a piedi; in vostro soccorso ci saranno fortunatamente diversi mezzi da utilizzare: auto, camion, jeep con torrette mitragliatrici, barche altrettanto armate, idroscivolanti, alianti e altro ancora. Insomma i mezzi non saranno scarsi, ma, essendo veicoli molto usurati, spesso dovranno essere riaggiustati per poter farli funzionare.

 Per quanto riguarda il nostro armamentario, avremo a disposizione tutte le armi dei classici shooter militari moderni ed esse andranno dal fucile a canne mozze al macete, dall’ormai onnipresente AK-47 al bazooka. Anche queste ultime daranno dei problemi così da complicarci ancora di più gli scontri a fuoco: il fucile, ad esempio, spesso s’incepperà e l’unico modo per rifarlo funzionare sarà la forsennata pressione del tasto di ricarica; a volte il bazooka non avrà abbastanza potenza di lancio, così da far cadere a pochi passi da noi il pericolosissimo razzo che scoppierà dopo aver girato vorticosamente su se stesso fra mille scintille.

L’unico rimedio a questi incovenienti sarà l’acquisto di armi nuove nelle varie armerie del territorio. In questi posti ci si potrà non solo armare fino ai denti, ma anche comprare upgrade così da rendere più stabili o potenti i nostri strumenti di morte.

Ovviamente per accedere ai servizi delle armerie bisognerà procurarsi della moneta di scambio, che in questo caso sono diamanti.

Questi ultimi saranno reperibili completando le moltissime missioni a disposizione, le quali ci verranno assegnate man mano durante il corso della nostra avventura.

Spesso in molte missioni saranno di aiuto i nostri “amici” mercenari che, in cambio di alcuni favori (altre sottomissioni), a volte ci daranno consigli fondamentali ai fini del completamento delle missioni stesse, altre volte le nostre amicizie potranno cambiare determinati obbiettivi principali modificando la main quest.

Giudizio tecnico

Tecnicamente parlando la resa visiva del gioco si difende bene grazie al nuovo motore grafico che muove tutto: il Dunia. Mentre girerete per le varie location, non smetterete un attimo di guardarvi intorno per gustare i moltissimi particolari che questo mondo virtuale africano ha da offrire. Gli alberi saranno scossi dal vento il quale, in caso d’incendio, propagherà realisticamente le fiamme (molto realistiche) nella direzione in cui soffia. I monti sono ricolmi di vegetazione accanto ai laghi   ed è una una gioia per gli occhi vedere questi ultimi luccicare alle luci del tramonto africano mentre le gazzelle si abbeverano e corrono libere per la savana. La draw distance è molto ampia e quasi tutti i luoghi che vediamo in lontananza sono raggiungibili.

L’ottima gestione della fisica insieme agli effetti particellari, fanno delle esplosioni un vero tripudio di frammenti, detriti e ramoscelli che vengono proiettati in aria in modo molto realistico. Unico neo fastidioso, nelle versioni per console, consiste in una retinatura sulle ombre.

Per poter godere appieno delle bellezze di Far Cry 2 bisognerà possedere un bel PC di fascia alta; difatti, oltre a risultare più definito rispetto a Xbox 360 e PS3, il titolo su PC vanta un frame rate decisamente più alto: un quasi costante 60 fps contro i 30 fps delle console.

L’intelligenza artificiale è un’altra nota dolente: sebbene alcuni nemici (a livello Difficile) tentino di aggirarci ed affrontarci in maniera realistica, spesso altri si buttano a capofitto verso di noi senza ripararsi o cercare in qualche modo di utilizzare una tattica.

Il comparto audio è molto coinvolgente: ottimi gli effetti, e le musiche di stampo etnico danno ritmo alle nostre sparatorie.

Il multiplayer combina le classiche modalità degli FPS insieme ad altre un po’ più originali. Giocando online, inoltre,  la grafica subisce un calo di prestazioni, ma il divertimento non viene mai scalfito. Come in Call of Duty 4 anche sul titolo in questione è stato inserito un sistema di punteggio che premia i giocatori migliori con punti esperienza e diamanti, utili per acquistare armi e modifiche come nel gioco in singolo.

Un’ultima ed interessante caratteristica è la presenza di un editor che permette di creare nuove mappe per il multiplayer da condividere in rete. Con pochi semplici azioni potrete  modificare praticamente ogni cosa sulla mappa,  posizionando costruzioni e scavando fiumi o erigendo montagne.

Una curiosità interessante riguarda le due edizioni in commercio: la prima consiste nella confezione classica di Far Cry 2 in cui troverete all’interno una mappa cartacea divisa in due parti che, seppur senza legenda, segnala tutte le postazioni più importanti.

La novità più importante, invece è nella Collector Edition: una cassa di legno che si apre come un forziere ed al suo interno nasconde la scatola del gioco in edizione normale, una mappa dettagliata (molto più grande della Classic Edition), una maglietta nera “Large” con il logo di Far Cry 2, il DVD del “making of “ ed un libretto in lingua inglese con copertina cartonata in cui sono raffigurati diversi artwork delle ambientazioni e dei personaggi principali.