QR code per la pagina originale

FIFA Street

Nel calcio di FIFA Street contano solo tecnica e divertimento.

Voto WebNews
8,4
Data di uscita

16 Marzo 2012

Giudizi
  • Giocabilità8,0
  • Grafica9,0
  • Sonoro8,0
  • Multiplayer8,5
  • Longevità8,5
Pro

Divertente, spumeggiante e dal ritmo intenso. Graficamente molto curato, anche grazie al motore grafico di FIFA 12. Ottimo sistema di personalizzazione.

Contro

Non è un'esperienza calcistica adatta per chi predilige nel gioco del calcio gli aspetti legati alla componente tattica e razionale.

Di ,

Trama

Nella sua forma più tradizionale e comune il gioco del calcio è da sempre considerato quello a undici, dello spettacolo dei grandi stadi, del business, della Champions League e dei campioni che pubblicizzano marchi sportivi e non solo. In realtà esiste un foltissimo sottobosco di varianti calcistiche delle tipologie più disparate, che vanno dal classicissimo calcetto a cinque da palestra o da strada al frenetico e fisico calcio a sette. Ed è proprio pensando a questi sport minori che Electronic Arts ripropone il quarto capitolo di FIFA Street, farcendolo con molte interessanti novità.

A differenza di tutti i precedenti capitoli che proponevano solamente squadre nazionali, questo FIFA Street mette in tavola anche i club e, nello specifico, sono presenti tutte le formazioni di Serie A, Ligue 1 (Francia), Bundesliga (Germania), Premier League (Inghilterra), Liga (Spagna) e Major League Soccer (Stati Uniti d’America). Una scelta che eleva esponenzialmente il numero di formazioni e di calciatori disponibili, variando indubbiamente l’offerta contenutistica dell’esperienza, senza considerare che è possibile creare una squadra personalizzata partendo da zero, con il supporto di un apposito editor. Vista la natura di gioco su piccola scala, gli sviluppatori hanno giustamente optato per l’inserimento dei soli giocatori maggiormente rappresentativi e, quindi, ogni team conta una rosa di tredici giocatori. Questo almeno nella teoria di Electronic Arts, poiché nella pratica molti atleti di un certo livello sono stati dimenticati in favore di altri decisamente meno conosciuti.

Per quanto riguarda le modalità di gioco, FIFA Street offre un pacchetto ludico piuttosto ampio e sfaccettato. Per iniziare ad impratichirsi con il sistema di gioco, che è comunque piuttosto intuitivo e di veloce comprensione, è presente l’arena di allenamento: molto simile a quella di FIFA 12 ma ovviamente di dimensioni molto più ridotte. La seconda opzione è Scendi in strada, una sorta di aggregatore per le partite che propone di affrontate le classiche amichevoli in diversi modi. La versione 5 vs. 5, che rappresenta la natura più amatoriale e selvaggia del calcio di strada, quello senza regole, arbitri e dove tutto è consentito, a parte i tackle in scivolata. Il campo non ha le linee del fuori poiché il limite è descritto da un muro o da una rete, dunque è possibile sfruttarlo a proprio piacimento per effettuare sponde o altre tecniche sporche.

Altra sfida presente è Re del tunnel, una partitella 2 vs. 2 senza portiere ma con porte piccolissime, nella quale l’obiettivo, come esplicitato chiaramente dal nome della modalità stessa, è quello di fare il tunnel all’avversario cercando di ottenere il maggior numero di punti, che vengono però assegnati solamente dopo aver segnato. Inoltre è possibile incrementare il punteggio anche tramite giocate aeree o dribbling. Non poteva mancare la modalità Calcio a 5, che rappresenta il classico sport del calcetto con tutte le regole del caso, quindi: calcio d’angolo, rimesse laterali e presenza dell’arbitro.

Gli amanti dei knockout potranno divertisti con Ultimo rimasto, una sfida molto originale di FIFA Street nella quale vince la squadra che resta senza giocatori. Questi ultimi abbandonano il campo solo dopo aver segnato, dunque, più ci si avvicina alla vittoria, più la sfida si fa improba e interessante. Chiude il cerchio l’immancabile modalità personalizzata, dove è il giocatore che decide i parametri della sfida, partendo da 1 vs. 1 fino ad un massimo di 7 vs. 7, con la possibilità di impostare anche durata o particolari obiettivi da raggiungere, come il numero di gol o di dribbling necessari per la vittoria. Tutte le partite appena descritte possono essere tranquillamente giocate online, anche in mini campionati da dieci partite in maniera analoga a quanto proposto da FIFA 12.

Come il manuale del buon videogioco calcistico insegna, la vera esperienza viene veicolata dal Tour mondiale, ovvero la tradizionale modalità Carriera che in FIFA Street prevede la fondazione ex novo di un proprio team, scegliendone il nome, personalizzando la divisa e plasmando anche nuovi giocatori. Seguendo la linea arcade del gameplay, la scalata per il successo mette il giocatore di fronte a sfide sempre differenti, in cui si avvicendano le varie tipologie di partita viste nella modalità Scendi in Strada, partendo da impegni regionali fino a raggiungere la coppa mondiale. Ogni volta che si vince un incontro si guadagnano dei premi, che possono essere investiti per sbloccare nuovi elementi di personalizzazione estetica o la possibilità di aggiungere altri orpelli come nome, numero o stemma sulla maglietta. Molto importante in questa modalità è anche la componente ruolistica, infatti, giocando si guadagnano dei punti esperienza che vanno utilizzati per migliorare le statistiche e le capacità dei propri calciatori come tiro, dribbling, difesa, finte e tanto altro ancora. Ovviamente il tour è affrontabile anche online.

A livello tecnico, questo nuovo FIFA Street dimentica il passato cartoonesco e caricaturale del terzo capitolo, per abbracciare una veste grafica completamente realistica. Per quanto riguarda le caratterizzazioni, molto lavoro è stato svolto per rendere il vestiario il più possibile eterogeneo: i colori sociali sono quelli della squadra di appartenenza, ma le mise sono differenti per ogni atleta e annoverano numerosissimi tipi di tute, felpe con cappuccio, con zip, pantaloncini, dolcevita e t-shirt. Il motore grafico usato è lo stesso di FIFA 12 e, mentre i modelli poligonali dei calciatori sono praticamente gli stessi visti nel fratello maggiore, i campi da gioco godono di un dettaglio superiore, complice anche la loro natura ristretta. Ottime le soundtrack, sempre sul pezzo a evidenziare l’intensità dell’azione, mentre è invece assente una vera telecronaca sostituita da rumori, urla e vociare tipici dello street football.

FIFA Street è un prodotto molto valido per chi ama il calcio da strada improvvisato, spettacolare, tecnico, palleggiato e dal ritmo intenso, ma che non si sofferma a moduli e tatticismi vari tipici del gioco a undici. Letto in questa chiave, il calcio di strada targato Electronic Arts può essere davvero un divertente passatempo, che non va assolutamente interpretato come un’alternativa a FIFA 12.