QR code per la pagina originale

HTML.it : signori, si cambia!

Segnatevelo con un post-it sullo schermo: il 18 Aprile nasce il nuovo HTML.it. Grafica nuova, nuova organizzazione, nuovi contenuti. Cambia tutto. Fiato alle trombe, Turchetti!

,

Lo spazio dei focus è sempre riservato alle notizie più importanti, agli approfondimenti più impellenti. Ebbene, nonostante in questi spazi nessuno si sia mai lasciato andare a metacomunicazione del tipo “abbiamo fatto questo” o simili, oggi è invece il caso di dedicare due righe a quello che sarà il prossimo futuro su queste pagine, su questo dominio, in questi spazi. Oggi, qui, si parla di HTML.it.

Appuntamento al 18 Aprile
«Signori, si cambia»: in homepage il conto alla rovescia è attivo ormai da qualche giorno. La scadenza è fissata per martedì 18 Aprile, quando al ritorno dai picnic di Pasquetta il sito sarà «investito da una piccola rivoluzione». Le prime anticipazioni sono disponibili sia su Edit che sul forum, ma se siamo qui a parlarne è perché il tutto coinvolge anche e soprattutto Webnews. HTML.it cambierà in toto: grafica, contenuti, struttura, codice, organizzazione. La rivoluzione è dettata dalla necessità di trovare una risposta migliore ed adeguata all’evoluzione avuta dal settore: la moltiplicazione dei temi e dei dibattiti, il costante aggiornamento, la puntualità e la reperibilità delle risposte, tutti elementi fondamentali per chi su HTML.it cerca ed identifica un punto di riferimento per tutte quelle che sono le tematiche che vanno dal web development all’information technology.

Il Presidente (nonché il fondatore) di HTML.it, Massimiliano Valente, ha già indicato sul blog i maggiori termini di cambiamento e dunque non mi resta che riportare il tutto parola per parola:

«Le novità introdotte influenzeranno tutti gli aspetti del sito: codice, grafica, CMS e organizzazione dei contenuti. Tutte le pagine del nuovo HTML.it saranno XHTML Transitional con layout tableless. Abbiamo riservato molta attenzione a questo aspetto, rivedendo, uno per uno, le decine di migliaia di documenti presenti negli archivi del sito. La grafica e il design sono stati pensati per migliorare la correlazione dei contenuti, aumentare l’usabilità e rendere più discreta e coerente la presenza di inserzioni pubblicitarie. Il nuovo CMS è stato costruito ad hoc, secondo criteri di scalabilità, per rispondere alle specifiche esigenze editoriali di HTML.it. Un’unica piattaforma (basata su PHP e MySQL) gestirà i contenuti ed i servizi del sito.
Si aggiungeranno ai contenuti attuali 14 nuovi siti e 11 newsletter a contenuto tecnico. La frequenza di aggiornamento sarà triplicata.
»

Nella sostanza la novità principale (grafica a parte) sarà la verticalizzazione dei contenuti all’interno di siti tematici nei quali sarà migliore la reperibilità delle informazioni cercate. Ogni argomento sarà dunque trattato in modo più approfondito e l’idea del network sarà ottimizzata da un CMS in grado di personalizzare e migliorare l’esperienza di navigazione all’interno dei contenuti. Nessuno meglio degli utenti del sito potevano riprogettarne lo sviluppo, ed è così che è proprio all’interno della community di HTML.it che sono state identificate le professionalità che hanno messo mano a codice e grafica della nuova release.

I numeri
HTML.it è nato nel 1997: basterà fare un attimo mente locale per intuire quanto sia cambiato il mondo di Internet in questi 9 anni e quanto sia prossimo a cambiare ancora mese per mese, giorno per giorno. Qualche cifra, tanto per capire la dimensione dell’impegno profuso. 12 sono gli addetti interni allo staff, decine gli autori dei diversi contributi apportati ed un totale di oltre 20.000 documenti consultabili online. 90 guide complete sono disponibili, 1300 gli articoli di approfondimento predisposti, 1.500 i partecipanti ai corsi di formazione in aula per i vari segmenti attivati. Soprattutto, 25.000.000 sono le pagine viste ogni mese sul network, 800.000 gli utenti unici mensili e 350.000 gli iscritti a servizi vari e newsletter.

Noi, Webnews
Se Webnews fosse quotato in borsa, la prima trimestrale del 2006 ne avrebbe fatta schizzare verso l’alto la quotazione: tre mesi da record, uno dopo l’altro, hanno premiato le scelte che la redazione sta portando avanti assieme ai propri collaboratori esterni. Con il nuovo sito anche Webnews vivrà un radicale cambiamento ed il tutto sarà all’insegna di una moltiplicazione tanto quantitativa quanto qualitativa degli articoli, rispondendo così con una maggiore offerta alla maggiore domanda piovuta sul servizio. Idee? Suggerimenti? Ogni contributo o riflessione è ovviamente molto ben accetto.

Vorrei dire molto di più ma, capirete, non si può… Segnatevelo con un post-it sullo schermo: 18 Aprile, Special Event HTML.it. Fiato alle trombe, Turchetti: il nuovo HTML.it è in arrivo!

Notizie su: