QR code per la pagina originale

Ecco i nuovi Zune

Microsoft ha presentato la nuova gamma di Zune che sfiderà il mercato nel prossimo periodo natalizio. Nuovo design, nuovo marketplace, nuove opzioni di sincronizzazione, nuovi modelli con nuove capacità. E arriva anche la musica senza DRM

,

Eccoli i nuovi Zune. Se ne vocifera l’esistenza da tempo, ne era scaturita qualche sommessa conferma nei giorni scorsi ed ora il sito ufficiale Zune.net ne mostra l’immagine mettendo in evidenza i forti cambiamenti improntati a livello di design. Scatta immediato il logico confronto con l’iPod, si nota subito il nuovo interessante dispositivo di controllo Zune Pad, si nota subito l’assenza di touchscreen tipico dell’iPod Touch. Ma sembra che siano altri gli aspetti su cui Microsoft intende basare la propria scalata ad Apple. Ogni singolo Zune avrà:

  • wireless sync
  • wireless sharing
  • nuovo touch control
  • radio FM
  • possibilità di registrazione tv
  • «and more…»

In quest’ultimo punto è racchiusa tutta una serie di opzioni che vanno a impreziosire la nuova gamma.

La nuova gamma Microsoft Zune

La grande novità, oltre all’evidente estetica ora maggiormente raffinata, sta innanzitutto nelle 3 nuove versioni introdotte sul mercato: Zune 4Gb, Zune 8Gb e Zune 80Gb. La versione da 80Gb ha anche schermo maggiorato e l’accessorio Zune Premium Headphones compreso. Le altre versioni sono disponibili in dimensioni ridotte e nelle quattro colorazioni proposte nell’immagine: rosso, verde, rosa e nero.

Il dispositivo giungerà sul mercato il 13 novembre, in tempo per gettarsi nella mischia dei possibili regali di Natale: secondo gli analisti sentiti da Reuters i problemi potrebbero però sussistere soprattutto per SanDisk o Creative, mentre Apple non dovrebbe risentire della scomoda presenza di Microsoft nel mercato.

Zune 80Gb

L’azienda di Redmond, peraltro, dota il proprio Zune di armi di tutto rispetto: attorno al device è pronto a nascere un social network (“Zune Social”) basato sui gusti musicali e sulla condivisione delle playlist, mentre lo Zune Marketplace dovrebbe a breve vivere un radicale redesign con l’introduzione nel menu di oltre 1 milione di tracce prive di Digital Right Management (le quali rappresenteranno il 30% del paniere totale di brani nello store).

Tra le funzioni più interessanti della nuova gamma si segnalano minori limiti per la condivisione wifi, maggiori possibilità di sincronizzazione con il pc e dimensioni ridotte rispetto alla versione originale. Nessuna informazione particolare viene fornita relativamente alle zone di distribuzione, dunque è lecito supporre come il player sia destinato ad oggi a rimanere ancora un’esclusiva statunitense. Il player è fin da subito disponibile per la prenotazione su Amazon e ZuneScene mette a disposizione un video all’interno del quale apprezzare le funzionalità del controllo tramite il nuovo “Squircle”.

Per il lancio Microsoft ha scomodato addirittura Bill Gates, il quale ha ribadito la propria scommessa sul settore ed ha lasciato intendere come il nuovo Zune sia destinato a raccogliere i primi risultati del lavoro che l’azienda di Redmond sta portando avanti per limitare lo strapotere di Apple. J Allard, vice president per la Entertainment and Devices Division Microsoft, usa invece espressioni più concrete spiegando che la nuova gamma focalizza l’attenzione sui progressi relativi a hardware e software, nella convinzione che il successo di mercato giungerà dopo e sarà una logica conseguenza del lavoro compiuto.

Il nuovo Zune non è più prodotto da Toshiba, con la commessa che passa ora alla Flextronics International Ltd. I prezzi: 149 dollari per la versione da 4Gb, 199 dollari per la 8Gb e 249 dollari per la versione da 80Gb (la quale, a differenza delle prime due versioni “flash”, sarà dotata di hard disk).

Notizie su: