QR code per la pagina originale

HD-Ready o Full HD: guida alla scelta

,

Quando si acquista un televisore, che sia un LCD o un plasma, si rimane fortemente in dubbio se optare per un modello con specifiche HD-Ready, generalmente più economico, o un Full HD, tecnologicamente superiore, ma anche più costoso. Più che altro ci si chiede se il gioco valga la candela. Alcune considerazioni possono orientaci verso l’acquisto più adatto alle nostre esigenze.

La differenza principale tra un televisore HD-Ready e un Full HD è la risoluzione nativa. Per gli HD-Ready deve essere di almeno 1.280×720 pixel, per i Full HD di 1.920×1.080 pixel. I televisori Full HD sono inoltre in grado di gestire tecnologia 1080p dove la “p” sta per segnale progressivo, mentre gli HD-Ready si limitano al 1080i, ossia interlacciato.

In modalità progressiva un’immagine video viene formata dall’alto verso il basso in modalità continua. In quella interlacciata, meno esigente per quanto concerne la banda portante, l’immagine si forma alternando le righe pari a quelle dispari, generando un’impercettibile sfarfallio dell’immagine. Se si considera che i lettori Blu-ray sono in grado di generare immagini 1080p a 1.920×1.080 pixel, verrebbe da dire che i televisori Full HD siano la scelta ottimale, ma non sempre è così.

In effetti la differenza reale apprezzabile di qualità video tra un HD-Ready e un Full HD è praticamente inesistente sino ad una dimensione dello schermo di 32 pollici. Anzi, se si è particolarmente lontani da esso, questo limite può anche salire.

Uno studio della Panasonic del 2007 ha identificato in 2,8 metri la distanza media in Europa tra televisore e osservatore. Ebbene, in questo caso solo con TV superiori a 42 pollici si ha una sostanziale differenza qualitativa tra un’immagine generata da un televisore HD-Ready e uno Full HD. Inoltre, tale valore è da considerare in caso di vista perfetta e si modifica se chi osserva ha anche solo qualche decimo in meno.

Bisogna poi tenere conto del fatto che, anche quando queste differenze esistono, sono comunque minime. Siamo sempre nel campo dell’alta definizione e la soddisfazione è garantita con entrambe le tipologie di televisori.

È però anche vero che, se si è particolarmente esigenti e se si vuole essere al passo con la tecnologia, acquistando un TV a prova di futuro, la scelta deve cadere obbligatoriamente su un Full HD.

Al momento, comunque, solo i segnali HD prodotti da un Blu-ray sono visualizzabili in maniera superiore su di un Full HD. Le trasmissioni di Sky HD, se non sopravvengono aggiornamenti, sono ancora distribuite con una risoluzione da HD-Ready.

Notizie su: