QR code per la pagina originale

Individuato un serio problema di sicurezza in Mac OS X

,

Tra il 29 giugno e il 2 luglio, si terrà ad Amsterdam la conferenza sulla sicurezza Hack in the Box, durante la quale verranno mostrate due serie vulnerabilità relative alla sicurezza di Mac OS X e Windows 7.

Entrambe le falle di sicurezza riguardano elementi cardine del sistema operativo (in particolare la funzionalità di accesso diretto alla memoria, DMA) e richiederanno un duro lavoro degli esperti per essere risolte; inoltre, sebbene il problema su Mac OS X sia più semplice da risolvere potrebbe avere un impatto molto maggiore: questo perché non si deve trascurare il fatto che possa riguardare non solo i Mac, ma anche iPhone, iPad e iPod Touch che, come sappiamo, hanno un sistema operativo derivato direttamente da Mac OS X.

La falla, individuata da Ilja van Sprundel riguarda una funzionalità del kernel di Mac OS X e in particolare l’elemento IOKit, che potrebbe essere manipolato da un malintenzionato il quale avrebbe, a questo punto la possibilità di prendere il controllo del computer, bypassando in tal modo tutte le caratteristiche di sicurezza del sistema operativo.

Le falle scoperte dai ricercatori, verranno rese pubbliche durante la prossima conferenza Hack in the Box, ma intanto sia Apple che Microsoft sono state adeguatamente informate, quindi si spera che presto possano fornire un aggiornamento di sicurezza, per correggere gli errori.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 14/06/2010 alle 13:40 #149232
    14/06/2010 alle 16:22 #211649

    Ratamusa
    Membro

    Oggi giorno il termine per definire quell’affare si chiama FUD.
    C’è una maniera molto più semplice per ottenere quel tipo di danno:
    Consegnare la password di Admin / Root al cracker che farà il danno a cui anela, molto più semplicemente ed in fretta di quel curioso personaggio….

    15/06/2010 alle 19:01 #211650

    Spino
    Membro

    Non sia mai che OSX possa avere un problema serio…nooooo…

    15/06/2010 alle 20:56 #211651

    Ratamusa
    Membro

    Guarda che non ha importanza il problema ci sia o meno.
    Il problema è che costui ha voluto farsi pubblicità a spese di Apple, Microsoft, Intel.
    Per il semplice motivo, che secondo lui, la maggiore causa è nella circuitazione della scheda (Intel)parzialmente compensabile via software da Microsoft & Apple.

    Devo fare notare, già che ci sono una curiosa coincidenza: se le schede suddette, invece che OS X o Win7 ospitano UNIX/LINUX, non corrono quel pericolo sebbene anch’esse, in teoria, avrebbero difficoltà a compensare via software quel difetto, prevalentemente hardware….
    Strano, no?

    15/06/2010 alle 21:00 #211652

    Spino
    Membro

    AHAHAHAHHAHAAH!
    Sei una comica vivente!
    “Guarda che non ha importanza il problema ci sia o meno…”

    Eccerto, che se il problema fosse stato solo di Microsoft, staresti qui a fare il Donchisciotte, vero?

    Ma mi faccia il piacere!

  • Ci sono altri 6 commenti. Leggili nelle Discussioni di Webnews.