QR code per la pagina originale

Apple fa proprio il dominio iCloud.com

Apple avrebbe acquistato da Xcerion il dominio iCloud.com, che potrebbe divenire dunque il punto di accesso al nuovo servizio cloud di Cupertino.

,

Con una nota inviata ai propri utenti via email, i gestori del servizio di cloud sharing iCloud.com hanno annunciato il trasferimento del progetto verso il nuovo dominio CloudMe.com. Le motivazioni? Secondo quanto riportato da GigaOM, dietro tale mossa ci sarebbe Apple, che per una cifra compresa tra i 4 ed i 5 milioni di dollari avrebbe acquisito il dominio iCloud.com dalla società finlandese Xcerion.

Se le voci dovessero rivelarsi fondate, la cifra spesa da Cupertino per il dominio rappresenterebbe la conferma delle intenzioni del gruppo di lanciare a breve un servizio cloud per la sincronizzazione e la condivisione di documenti, musica e video in Rete attraverso dispositivi desktop e mobile. iCloud potrebbe dunque essere il nome con il quale la società ha intenzione di battezzare tale servizio, il quale potrebbe rappresentare un’evoluzione di iDisk ed integrarsi così con MobileMe.

Al momento, iCloud.com punta alla nuova homepage del servizio di cloud sharing del gruppo finlandese, ma potrebbe presto divenire il punto di accesso al nuovo progetto targato Apple. Quanto presto non è ancora noto, ma giorno dopo giorno si moltiplicano gli indizi che portano verso un imminente lancio del servizio: l’ipotesi più accreditata è quella di un annuncio durante il prossimo WWDC, programmato da Apple per gli inizi del mese di giugno, durante il quale dovrebbero fare la propria comparsa anche iOS 5 e Mac OS X Lion 10.7. Proprio i due sistemi operativi di Cupertino potrebbero riservare importanti novità legate al mondo cloud, con una forte integrazione nativa con il nuovo servizio.

A quanto pare, poi, Apple avrebbe già ultimato i lavori per la realizzazione di un’apposita infrastruttura hardware/software in grado di offrire tutti i servizi necessari agli utenti. Secondo le ultime voci, i vertici della Mela avrebbero già strappato importanti accordi alle principali etichette discografiche per la sincronizzazione della musica acquistata tra più dispositivi, con altri nomi pronti a concedere tale possibilità agli utenti Apple. Lo status del progetto sembra dunque essere giunto alla fase terminale: l’acquisto dei domini potrebbe essere l’ultimo tassello per un quadro che va ormai a completarsi.

Fonte: GigaOM • Immagine: Karin Dalziel • Notizie su: