QR code per la pagina originale

Sony vuole la totalità del gruppo Sony Ericsson

Il gruppo Sony Ericsson è alla vigilia di un radicale cambiamento: fuori Ericsson, Sony ne rileverà le quote. E scommetterà forte sul mobile.

,

La cordata Sony Ericsson è ormai agli ultimi rintocchi: il sodalizio nato nel 2011, infatti, è ormai prossimo alla scissione, ma la cosa non comporterà tuttavia il semplice scioglimento delle attività: Sony, anzi, sarebbe pronta a rilanciare facendo proprio l’intero gruppo.

Sony, insomma, andrebbe a rilevare la metà oggi in mano ad Ericsson. Secondo quanto emerso, l’accordo sarebbe ormai vicino e si tratterebbe soltanto di definire con esattezza il prezzo della cessione. Così facendo Sony si potrebbe garantire una azienda già lanciata, su cui già ha le mani in pasta e dalla quale potrebbe peraltro trarre importanti proprietà intellettuali da sfruttare quando l’invasione sul mercato determinerà la necessità di difendersi dagli attacchi altrui.

Con ogni probabilità Sony camminerà sulla strada di Android: iOS è il rivale numero uno, mentre Windows Phone è una scelta del tutto improbabile alla luce della presenza del servizio Xbox Live sul sistema operativo di Redmond.

Per sony si tratta di una scelta strategica importante perché rilevare la parte di Ericsson significa scommettere forte sul mobile con il dovere di rientrare quanto prima nell’Olimpo della produzione internazionale. Ai tempi dei features phone Sony Ericsson disse la sua senza mai eccellere, ma oggi le regole sono cambiate e l’azienda ha tutte le carte in regola per poter far bene nel mondo degli smartphone. Il mercato è però già occupato, la concorrenza è forte e le opportunità emergenti rappresentano un irresistibile canto di sirena: Sony è pronta a mettere sul piatto una cifra tra 1.3 e 1.7 miliardi di dollari, quanto necessario per far propria la totalità del gruppo ed iniziare così il proprio cammino.

Fonte: Wall Street Journal • Via: Engadget • Notizie su: