QR code per la pagina originale

Dell dice addio ai netbook

Il mercato dei netbook è sempre più in calo. Anche Dell dice addio alla produzione per dedicarsi maggiormente allo sviluppo di notebook.

,

Dell è sempre stata una delle aziende informatiche maggiormente interessate alla vendita di computer netbook. Ma ora che il mercato sta affrontando un brutto momento, soprattutto nello specifico segmento rappresentato dai piccoli portatili, la società ha deciso di fare un passo indietro concentrandosi invece su laptop in grado di offrire ottime prestazioni. Matthew Hutchison, direttore di Dell Global Consumer PR, ha infatti dichiarato:

Abbiamo venduto molto grazie a Dell Mini qualche tempo fa. Ma ora ci siamo impegnati sullo spazio altamente portatile, concentrandoci sempre su una realizzazione sottile ma con ottime prestazioni, per il quale abbiamo avuto un grande successo, in particolare nella linea XPS.

I Netbook debuttarono nel 2008, e Intel ha dichiarato che nel mese di Agosto del 2010 circa 70 milioni di processori Atom erano stati inviati per l’assemblaggio di piccoli portatili. Tuttavia, con l’ingresso nel mercato di iPad e altri tablet prodotti dalla concorrenza, come Samsung Galaxy Tab, hanno cominciato a fare scricchiolare le fondamenta del mercato netbook già a metà del 2010. Andando nei grandi negozi d’elettronica ci si può rendere immediatamente conto di questo negativo trend, anche in Italia. Di fronte alla moltitudine di offerte per computer tablet, sono invece pochissimi i modelli di netbook ormai disponibili sugli scaffali. Stesso discorso per quanto riguarda l’e-commerce.

Ora il mercato offre però una nuova via alternativa a netbook, laptop e tablet: gli Ultrabook. Computer portatili con dimensioni molto ridotte, appunto come i netbook, ma dotati di qualità prestazionali simili a quelle di un normalissimo, ma maggiormente spazioso, computer notebook.

Fonte: CNET • Via: The Verge • Immagine: Dellphoto • Notizie su: