QR code per la pagina originale

iTunes Match: musica, ma senza parolacce

iTunes Match sostituisce canzoni condite di troppe parole scurrili con versioni "ripulite" che l'utenza potrebbe però non gradire: si lavora al problema.

,

iTunes Match non è un tradizionale servizio di storage con il quale archiviare la propria musica online e la peculiare natura del servizio Apple ha generato immediato entusiasmo tra coloro i quali hanno intravisto nell’offerta un’occasione irrinunciabile. Tuttavia ogni peculiarità può avere un lato oscuro e la cosa è emersa nelle ultime ore a seguito di una segnalazione di Cult of Mac.

Quel che il sito ha notato è il fatto che la lista dei file conservati sui server Apple può in molti casi essere “ripulita” dalle versioni dei brani meno puritane, condite eventualmente di parole scurrili. Il tutto avviene soprattutto in un certo ambito musicale, ove rap e terminologie particolarmente dure diventano note dello stesso stile espressivo. Quel che viene effettuata è una semplice pulizia degli elementi più “osceni”, sostituendo alle versioni indicizzate una omologa versione “radio edit” priva di qualsivoglia elemento di possibile imbarazzo. La cosa è stata segnalata a seguito di una serie di brani per cui è stato notato l’intervento Apple:

  • Kanye West – “Hell Of A Life” da My Beautiful Dark Twisted Fantasy
  • Kanye West – “Power” da My Beautiful Dark Twisted Fantasy
  • Jay-Z – “Can I Live” da Reasonable Doubt
  • Ice Cube – “Jack N The Box” da Raw Footage

Errore o semplice funzionalità? Apple sostituisce infatti i file indicizzati sul client dell’utente e li sostituisce con versioni ad alta qualità, dunque la sostituzione del file potrebbe essere addebitabile semplicemente all’assenza di un duplicato ad hoc del brano: una sola versione per brano implicherebbe un compromesso forzoso. Secondo 9to5 Mac, però, Apple avrebbe implicitamente ammesso l’errore e sarebbe al lavoro per risolvere il problema.

Chi ascolta un rap puritano e lo trova insipido, insomma, vedrà presto soddisfatto il proprio gusto e non dovrà rinunciare all’offerta dell’abbonamento iTunes Match (disponibile in decine di paesi e presto pronto a sbarcare anche in Italia) proposto da Apple per portarsi la propria musica appresso.

Commenta e partecipa alle discussioni