QR code per la pagina originale

Facebook: Timeline obbligatoria dal 17 marzo

Su Facebook si segnalano attivazioni forzate della Timeline a partire da questa mattina: Il nuovo Diario dovrebbe essere obbligatorio dal 17 marzo.

,

Brutte notizie per tutti gli irriducibili del vecchio profilo Facebook: da questa mattina il social network di Mark Zuckerberg ha iniziato a rendere il nuovo Diario – la Timeline per chi preferisse la versione anglofona – obbligatorio. Non è dato sapersi se siano stati risolti o meno i problemi legali relativi al trademark sul marchio “timeline”, quel che è noto è invece il fatto che la nuova interfaccia sta ormai per entrare a regime.

Con un messaggio che poco spazio lascia al dubbio, Facebook ha attivato a molti utenti il Diario in modalità “Anteprima“, specificando come lo stesso sarà obbligatorio a partire dal prossimo 17 marzo:

Ti diamo il benvenuto nel tuo diario – Anteprima
In questo momento, solo tu puoi vedere il tuo diario. In questo modo potrai:

  1. Rivedi i contenuti del tuo diario adesso e aggiungi o nascondi ciò che vuoi.
  2. Cliccare su “Pubblica ora” oppure attendere che che diventi pubblico il 17 marzo.

Ottieni maggiori informazioni.

È quindi ufficiale: la Timeline di Facebook  non tarderà ad essere pubblicata forzatamente per tutti gli utenti del social network più popolato del globo. L’anteprima messa a disposizione (da oggi al 17 marzo) consente a tutti di sistemare la propria pagina in anticipo, senza essere catapultati nella nuova realtà senza aver avuto il debito preavviso e tutto il tempo necessario per limare contenuti e presentazione. Ma non tutti gli utenti ne sono propriamente felici, considerato come negli ultimi giorni siano aumentate le “proteste virtuali” – soprattutto fra gli amministratori delle pagine portate recentemente al nuovo formato – di chi proprio non riesce a ravvisare comodità nell’innovazione di Facebook.

Fra gli entusiasti del Diario, i fanatici delle Copertine, ovvero le immagini di apertura poste nell’header del profilo, pensate per rappresentare al meglio la persona e consentire una miglior personalizzazione della pagina. Fra i detrattori, invece, coloro che trovano scomoda la suddivisione degli status tra la metà destra e sinistra della pagina, rendendo così difficile il criterio di cronologia sequenziale a cui il vecchio profilo aveva abituato. E non è tutto: il Diario rende fin troppo semplice viaggiare nel passato dell’utente, permettendo a chiunque con pochi click di andare a recuperare dichiarazioni che si pensavano morte e sepolte, di cui forse è meglio dimenticarsi l’esistenza.

Per chi fosse entrato nel panico a causa della sorpresa odierna di Facebook, Webnews ha da tempo stilato una comodissima guida per gestire al meglio la Timeline: dalla gestione dei contenuti alla copertina, passando per le impostazioni della privacy, a questo indirizzo tutto l’occorrente sia per neofiti che per utenti esperti.

Notizie su: