QR code per la pagina originale

Foxconn conferma iPhone 5 a giugno?

Apple potrebbe lanciare il prossimo iPhone 5 in giugno, stando alle interpretazioni di un recruiter Foxconn.

,

iPhone 5 potrebbe arrivare proprio al prossimo WWDC, come alcune fonti indicavano negli scorsi giorni. Il nuovo melafonino è atteso per l’estate, anziché rispettare il tradizionale anno di distanza con iPhone 4S, commercializzato lo scorso ottobre. A confermarlo potrebbe essere una fonte vicinissima a Foxconn.

Durante un’intervista per una TV cinese, infatti, un cacciatore di teste si sarebbe fatto sfuggire l’avvio immediato della produzione della quinta versione dello smartphone che, qualora dovesse seguire le diciture del nuovo iPad, potrebbe addirittura chiamarsi “nuovo iPhone” anziché iPhone 5. Ecco l’intervento incriminato:

«Aggiungeremo altri 18.000 lavoratori agli 80.000 già assunti per la quinta generazione del telefono.»

Sull’interpretazione delle tempistiche, tuttavia, non vi è accordo. Sebbene il poco attento recruiter si sia lasciato sfuggire la parolina magica “giugno”, non è dato sapere a cosa si riferisca di preciso. Secondo alcuni, si indicherebbe il lancio per l’estate, quindi compatibile con la prenotazione del Moscone Center effettuata da Apple per il tradizionale WWDC. Per altri, invece, si tratterebbe dell’inizio della produzione, quindi il telefono potrebbe essere reso disponibile al pubblico in ottobre.

Questa seconda ipotesi appare come più probabile perché, ovviamente, un cacciatore di teste di Foxconn può avere informazioni solamente sulle tempistiche di produzione, non di certo sui piani commerciali di Cupertino. E avrebbe senso anche per rispetto agli utenti di iPhone 4S, i quali non subirebbero un processo di obsolescenza troppo repentino per i loro melafonini da poco acquistati.

Non sono trapelate, infine, indiscrezioni sulle fattezze del dispositivo, anche se ci si attende uno schermo lievemente più grande di quello di iPhone 4s, una scocca in alluminio e nuove ottiche. Lo scorso autunno era trapelata anche l’ipotesi di un design a goccia, ma non si hanno ulteriori segnali in tal senso.

Notizie su: