QR code per la pagina originale

Google acquista TxVia

Google completa l'acquisto della società specializzata TxVia per migliorare i servizi e la qualità di Google Wallet, che viaggia verso la maturazione.

,

Google ha annunciato di aver completato l’acquisto di TxVia, società specializzata in tecnologie di pagamento per migliorare ulteriormente i servizi di Google Wallet, servizio che permette agli utenti di riscattare sconti, guadagnare punti fedeltà e pagare qualsiasi cosa, come applicazioni su Google Play, allo stesso tempo. Come ha spiegato sul proprio blog dedicato alla divisione “Commerce”, il colosso di Mountain View vuole incrementare la velocità e la sostanza del suo servizio, per raggiungere finalmente quella maturazione definitiva da tempo cercata.

«Oggi, siamo entusiasti di annunciare che abbiamo acquisito la società specializzata in pagamenti tecnologici TxVia al fine di integrare le nostre capacità in questo settore e accelerare l’innovazione verso la nostra visione completa di Google Wallet. TxVia è un pioniere della tecnologia che offre una piattaforma di pagamenti veloce, flessibile e altamente affidabile e crediamo sia una delle migliori al mondo», si legge in uno stralcio dell’intervento di Google Commerce sul blog ufficiale scritto da Osama Bedier, vice presidente della divisione “Wallet and Payments”.

A partire dal 2008, TxVia ha sostenuto la gestione dei pagamenti di oltre 100 milioni di conti. Ha collaborato con i marchi più famosi del settore e la loro leadership, aggiunge l’azienda, ha svolto un ruolo fondamentale nella definizione e nella rapida crescita del segmento dedicato alle emergenti carte prepagate. In questo periodo, TxVia è stata inoltre certificata e connessa direttamente alle principali reti di pagamento, cosa che la rende perfetta per gli scopi del colosso ed è già un’ottima base per migliorare la qualità dei servizi di Google Wallet.

Il tutto avviene tuttavia nel giorno stesso in cui Rob von Behren, ai vertici del team Google Wallet, lascia il gruppo per approdare al team Square. Il cantiere dei pagamenti, insomma, è ancora aperto e Mountain View non sembra aver ancora trovato l’equilibrio necessario per sorreggere le grandi ambizioni che il progetto ha fatto proprie.

Fonte: Google Commerce • Notizie su: