QR code per la pagina originale

Italia-Programmi.net sequestrato: denuncia dal Quirinale

Italia-Programmi è stato messo sotto sequestro dalla Procura di Milano, dopo le denunce da parte degli utenti e di Giorgio Napolitano.

,

Italia-Programmi.net è stato sequestrato e oscurato in queste ore: è giunta una richiesta della Procura di Milano dopo le varie denunce da parti degli utenti truffati e da una vittima illustre: Giorgio Napolitano. Anche il Presidente della Repubblica è caduto nel tranello messo in atto dalla Estesa Limited e lo scorso 6 febbraio ha deciso di esporre la vicenda alle Autorità.

Giorgio Napolitano ha denunciato infatti Estesa Limited con il suo Italia-Programmi.net alle forze dell’ordine e non è la prima vittime illustre, dato che nel 2012 la medesima vicenda aveva coinvolto anche Antonio Catricalà, allora presidente dell’Antitrust, che aveva raccontato di aver ricevuto la notifica di pagamento a Striscia la Notizia pur non aver mai usufruito dei servizi del sito Web.

Nella lettera indirizzata direttamente al Presidente della Repubblica c’è la causale (F681819) e l’Iban per il bonifico da inviare entro il 23 febbraio, che fa riferimento a una banca di Cipro. Anche Napolitano ha ricevuto le stesse richieste di pagamento insistenti e minacciose che gli utenti italiani si sono visti recapitare via email e anche a domicilio, mediante posta prioritaria. Tante le autorità italiane che si erano mosse, dall’Antitrust all’AGCOM, dalla Polizia Postale all’ADUC alla Guardia di Finanza, ma finora il sito della Estesa Limited, società con sede alle Seychelles, non era stato mai oscurato e anzi continuava ad agire indisturbato.

Gli utenti italiani truffati possono dunque tirare un sospiro di sollievo: si avvicina definitivamente la fine del sito che ha scatenato la truffa più importante ed eclatante del 2011/2012.

Notizie su: