QR code per la pagina originale

iTV con Siri e FaceTime esiste già

Una fonte di Cult of Mac afferma di aver visto la iTV di Apple in azione: videochiamate tramite FaceTime, Siri integrato e tanto altro.

,

Apple iTV, fantasia o realtà? A quanto pare la seconda: una fonte anonima di Cult of Mac, ritenuta affidabile in quanto in passato ha condiviso preziose informazioni in anteprima alla rivista online, avrebbe avuto modo di visionare di persona un prototipo dell’HDTV che Cupertino starebbe realizzando. Di conseguenza, sono state diramate online le prime informazioni tangibili sul prodotto della Mela, che a quanto pare avrà dalla propria parte due feature di indubbio spessore: Siri e FaceTime.

In base a quanto riportato, la iTV riprende le forme del LED Cinema Display, ovvero il pannello Thunderbolt rilasciato sul mercato negli scorsi mesi, ma “è molto più grande”, dunque è lecito supporre che avrà una dimensione simile a quella delle Smart TV, ovvero superiore ai 40 pollici. La fonte spiega di aver visto un prototipo in azione dotato di una fotocamera iSight, la stessa che trova spazio nel nuovo iPad, che consentirà di effettuare videochiamate tramite FaceTime e che sarebbe attivabile direttamente mediante i comandi vocali di Siri, l’assistente vocale finora esclusivo per iPhone 4S.

Nello specifico, si evidenzia come la tecnologia inserita nella videocamera sarebbe capace di riconoscere i volti delle persone, andando a rendere di conseguenza decisamente migliore la qualità della videochiamata. In previsione di una iTV piazzata nel salotto di casa, si suppone che l’utente possa rimanere seduto piuttosto lontano dalla HDTV, quindi iSight potrebbe automaticamente effettuare uno zoom automatico sul volto dell’utente e seguirlo anche qualora lo stesso dovesse muoversi per la stanza. Una tecnologia quindi piuttosto sofisticata, che sarebbe proprio uno dei punti di forza del nuovo e atteso prodotto con la mela morsicata.

Nessun’altra informazione è invece pervenuta circa il modo in cui Siri sarà integrato nella iTV, se non per il fatto che servirà ad avviare le videochiamate con FaceTime, ma è facilmente ipotizzabile che potrebbe esser utilizzato dall’utente per cambiare canale con la voce invece del telecomando e altre cose simili. Inoltre, la fonte non ha riportato alcuna notizia circa l’eventuale finestra d’uscita del prodotto, così come il prezzo a cui potrebbe essere in vendita; l’analista Paul Gagnon ha però contattato Cult of Mac per fornire qualche ipotesi a riguardo.

Gagnon è un analista esperto dell’industria televisiva e, in base agli esami da egli condotti circa il modo in cui Apple potrebbe distribuire la iTV, indica il possibile arrivo nei negozi di quattro modelli, con schermi che avranno una diagonale compresa fra i 40 e i 60 pollici e che costeranno fra i 1.000 e i 2.000 dollari. Niente tecnologia OLED, niente risoluzione 4K, piuttosto una standard di 1920x1080p adottata un po’ su tutte le TV ad alta definizione di generazione corrente.

Infine è stato comunicato che Foxconn avrebbe effettuato un investimento pari a 1,6 miliardi di dollari diretto alla divisione televisiva di Sharp; l’azienda cinese fornisce solitamente Cupertino, dunque tale fattore potrebbe lasciar supporre che sarà proprio Sharp a produrre i pannelli per la iTV, che secondo Gagnon dovrebbe giungere nei negozi nel 2013 e non nel 2014 come precedentemente riportato.

Notizie su: