QR code per la pagina originale

Twitter, più facile trovare chi seguire

Twitter ridisegna il processo di iscrizione al social network rendendo più facile per gli utenti trovare i primi contatti da seguire

,

Twitter è da sempre impegnata ad ottimizzare l’esperienza d’uso del social network per i suoi utenti e proprio in questi giorni ha di recente migliorato, modificandolo, il processo di iscrizione per aiutare le nuove utenze a trovare più agevolmente i primi contatti da seguire. Oggi, al momento dell’iscrizione, Twitter, piuttosto che limitarsi a fornire moltissimi esempi di account generici da seguire, va a chiedere gli interessi specifici degli utenti come tecnologia, musica e molto altro, fornendo così contestualmente account collegati da poter seguire. Account appartenenti a persone famose, celebrity o del settore.

Inoltre gli utenti possono visualizzare anche gli ultimi cinguettii di questi account per valutare la loro reale affidabilità e se rispondono davvero a ciò che interessa loro. Il nuovo sistema di iscrizione non è però perfetto. Gli account suggeriti infatti sono abbinati di default ai nuovi profili. Dunque, nel caso ai nuovi utenti non interessassero, dovranno andare eliminati manualmente prima di completare la fase di setup del nuovo account. Manca anche un’introduzione al social network che potrebbe in alcuni casi aiutare i neofiti ad utilizzare le funzionalità base del social network.

Twitter, tuttavia, incoraggia gli utenti ad effettuare il primo Tweet contenente un testo predefinito con l’hashtag #myfirstTweet che nelle intenzioni dovrebbe permette di mettere in contatto tutti i nuovi utenti e guadagnare subito velocemente follower.

Questo importante restyling della procedura di iscrizioni a Twitter è il primo dopo 3 anni e persegue l’obbiettivo di rendere più facile il social network, come promesso poco tempo fa dal CEO Dick Costolo. Negli ultimi mesi, infatti, il social network sta sperimentando o implementando interessanti novità tra cui per esempio l’apertura a tutti delle statistiche degli account.

Fonte: Engadget • Via: Christian Oestlien • Immagine: Steve Rhodes • Notizie su: