QR code per la pagina originale

WhatsApp Web, si chatta su browser

WhatsApp Web è la nuova modalità di interazione su WhatsApp sfruttando il browser Google Chrome: un QR Code a schermo consente di effettuare il login.

,

WhatsApp ha annunciato una nuova funzione che consente di accedere al servizio di messaggeria tramite un servizio online fruibile con Google Chrome. WhatsApp Web, questo il nome del progetto (ipotizzato ormai da tempo a seguito di alcuni indizi trovati a fine 2014 all’interno del codice), consente pertanto di utilizzare il servizio sullo schermo di un pc, con la possibilità di digitare eventualmente da una tastiera più comoda e veloce di quella tradizionale dello smartphone. Il servizio è accessibile tramite l’indirizzo web.whatsapp.com.

Per utilizzare WhatsApp su PC non bisognerà dunque più trovare stratagemmi particolari: sarà sufficiente seguire le istruzioni indicate, certificare la propria identità e iniziare a scrivere.

Non cambia però la natura di WhatsApp: lo smartphone rimane sempre e comunque il baricentro delle comunicazioni veicolate. La cosa è desumibile anzitutto dalla modalità di login, che prevede lo scan di un QR Code a schermo tramite l’app WhatsApp in uso sul proprio dispositivo mobile. Quest’ultimo device rimarrà inoltre la repository predefinita su cui archiviare i messaggi, mentre il display del pc funge da semplice elemento facilitante in grado di migliorare l’esperienza di chat in particolari condizioni.

Esempio di QR Code per il login su WhatsApp Web

Esempio di QR Code per il login su WhatsApp Web

L’utilizzo del QR Code consente di effettuare una doppia verifica. Il codice a schermo, infatti, cambia tramite refresh programmati e la scansione da smartphone permette di confermare quanto utile per l’accesso all’account. Questa semplice azione, insomma, è in grado di certificare che smartphone e pc (dunque utente ed estensione Web di WhatsApp) sono nello stesso luogo nello stesso momento. Lo smartphone deve inoltre rimanere collegato per tutta la durata della comunicazione, pena la perdita della licenza temporanea d’uso della chat a schermo.

Speciale: WhatsApp

WhatsApp Web: come effettuare il login

Il servizio, spiega WhatsApp, è limitato al browser Google Chrome. La lettura del codice QR è invece limitata al momento ad Android, BlackBerry, Windows Phone e BB10. iOS risulta escluso, «per ora», a causa di alcune limitazioni che non consentono la pubblicazione di un’app con le caratteristiche necessarie.

Chi ha smartphone basati su uno dei sistemi operativi abilitati, per accedere a WhatsApp Web deve giocoforza aggiornare l’app per poter trovare l’apposita funzione sul menu. Sebbene non vi siano comunicazioni specifiche in merito, con ogni probabilità il rollout dell’aggiornamento sta per iniziare ed entro poche ore tutti potranno avere in possesso la nuova versione di WhatsApp ed accedere così all’interfaccia online di WhatsApp Web.

Update: WhatsApp rilascia le app native per Windows e Mac

Con il rilascio delle app, datato maggio 2016, è possibile usare WhatsApp da computer senza dover giocoforza occupare una finestra del browser. La funzione è disponibile così in background e in completa integrazione con il sistema operativo.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 22/01/2015 alle 00:17 #411992

    Edoluz
    Participant

    Io ho l’uiltima versione di Whatsapp su Android ma niente voce Whatsapp Web nel menu O_O

    Sono l’unico? :(

    22/01/2015 alle 01:59 #411998
    Cristiano Ghidotti
    Cristiano Ghidotti
    Participant

    Ciao Edo, prova con questo APK http://www.apkmirror.com/apk/whatsapp-inc/whatsapp… (2.11.500). Testato e funziona :)

    22/01/2015 alle 08:42 #412025

    Edoluz
    Participant

    Grazie Cristiano!

    C’è da fidarsi dell’APK o meglio attendere l’aggiornamento ufficiale (il bello è che su Android c’è scritto nel Play Store che è arrivata la funzione web… ;) )

    22/01/2015 alle 11:23 #412104
    Cristiano Ghidotti
    Cristiano Ghidotti
    Participant

    Se è su APK Mirror e linkata da siti come Android Police (che solitamente ne esegue il teardown) c’è da fidarsi. Sono APK che tra le altre cose garantiscono il download automatico degli update successivi. Io lo sto usando, tra poco online una guida :)