QR code per la pagina originale

La biro ARC aiuta i malati di Parkinson a scrivere

Un team di studenti ha progettato una particolare penna equipaggiata con sezioni vibranti, che aiuta i malati di Parkinson a scrivere correttamente.

,

La micrografia è una delle tante conseguenze negative legate al morbo di Parkinson: chi è affetto dalla malattia tende infatti, con il passare del tempo, a scrivere lettere e parole in modo sempre più piccolo, fino a trasformare intere frasi in tratti talvolta incomprensibili. Una soluzione al problema potrebbe essere rappresentata dal progetto portato avanti da un team di studenti del Royal College of Art e dell’Imperial College di Londra.

Il dispositivo in questione si chiama ARC ed è una speciale penna equipaggiata con motori che, vibrando, stimolano in modo mirato alcuni muscoli, così da migliorare il controllo del movimento da parte del paziente. Le sue dimensioni generose, inoltre, rendono più semplice l’impugnatura da parte di chi ha difficoltà a coordinare in modo preciso la posizione delle dita. Ciò che rende ancor più interessante il progetto è la sua origine: il gruppo di studenti ha iniziato a svilupparlo non con la finalità di consentire ai malati di Parkinson una scrittura più agevole, ma con l’obiettivo di far testare a chiunque che tipo di disagio comporta essere affetti dalla patologia.

Una notizia che ricorda quella di Liftware, cucchiaio creato da Lift Labs (azienda acquisita da Google) per consentire a chi soffre di Parkinson di tornare ad alimentarsi in modo autonomo, grazie ad un sistema che di fatto elimina le vibrazioni involontarie causate dall’arto. L’approccio utilizzato per ARC potrebbe in futuro essere applicato anche ad altri oggetti di utilizzo quotidiano, come pennelli per il trucco o mouse per il computer. L’obiettivo di queste soluzioni non è quello di combattere il progredire della patologia, bensì di semplificare la vita di coloro che ne soffrono, in attesa che la ricerca in merito alle sindromi neurodegenerative compia un significativo passo in avanti.

Fonte: DOPA-ARC • Via: Engadget • Notizie su: