QR code per la pagina originale

WhatsApp come Facebook, arrivano le Storie

WhatsApp introduce la sua versione delle Storie con i nuovi Stati personalizzati che potranno essere arricchiti con foto, video e GIF.

,

Anche WhatsApp ha deciso di seguire le orme di Facebook ed Instagram lanciando le sue Storie che in questo specifico caso sono una versione personalizzata degli Stati. Proprio come nelle Storie degli altri social network, anche gli Stati personalizzati permettono agli utenti di condividere i momenti più belli della giornata con amici e familiari attraverso foto, video e GIF. Questa nuova funzionalità dell’applicazione di messaggistica arriva in concomitanza con l’ottavo compleanno dell’applicazione che si festeggia il 24 febbraio

WhastApp fa sapere che questa nuova funzionalità inizierà ad essere distribuita a partire dal 22 febbraio alle ore 18 ed arriverà all’interno delle applicazioni per iOS, Android e Windows Phone di tutti gli utenti. Non appena la nuova sezione dedicata sarà aperta, si potranno vedere gli aggiornamenti di stato dei propri contatti di WhatsApp. Gli utenti potranno rispondere privatamente ai propri amici e controllare chi vede gli aggiornamenti di stato personali. Tutti gli aggiornamenti scompariranno dopo 24 ore. E così come accade per gli altri messaggi è possibile applicare la funzione silenzioso quando si preferisce.

WhatsApp come Facebook, arrivano le Storie

WhatsApp come Facebook, arrivano le Storie

Questa versione nuova e migliorata di WhastApp permetterà di tenere aggiornati gli amici in modo facile e divertente. Questa nuova funzionalità andrà a sostituire i vecchi “Stati” dell’applicazione presenti da quando l’applicazione è nata e cioè nel lontano 2009.

Tra poche ore, dunque, WhatsApp introdurrà una piccola ma grande rivoluzione che consentirà di rendere ancora più interattivo l’utilizzo dell’applicazione utilizzata ogni giorno per inviare oltre 50 miliardi di messaggi (più di 3.3 miliardi di foto, 760 milioni di video e 80 milioni di GIF). Gli utenti, dunque, saranno in grado di personalizzare il loro Stato utilizzando foto, video e GIF animate piuttosto che attraverso una semplice e banale frase corredata da un’arida emoji. Ovviamente, tutti i contenuti creati all’interno del proprio Stato personalizzato saranno protetti da crittografia end-to-end.