Speciale Samsung Galaxy S8

Samsung Galaxy S8 concept

Samsung Galaxy S8: la grande scommessa

Dopo il clamoroso fiasco del Galaxy Note 7, Samsung deve riguadagnare la fiducia dei consumatori con un prodotto veramente rivoluzionario. Le numerose indiscrezioni che precedono l'annuncio ufficiale del Galaxy S8 sembrano confermare l'intenzione di realizzare uno smartphone evoluto in termini di design e caratteristiche hardware. Tra le possibili novità si possono citare lo schermo bezel-less, l'assenza del pulsante Home, il lettore di impronte digitali ottico, l'audio Harman e l'assistente personale basato sull'intelligenza artificiale. Il debutto del Galaxy S8 potrebbe essere posticipato ad aprile, quindi in leggero ritardo rispetto al passato.

Di

Sarà inevitabilmente uno degli smartphone più attesi dell’anno: il Samsung Galaxy S8 arriverà in primavera, sta già raccogliendo parecchie attenzioni attorni a sé e la risposta che darà il mercato sarà fondamentale sotto molti punti di vista.

Dopo il passo falso compiuto con il Galaxy Note 7, Samsung è praticamente obbligata ad annunciare uno smartphone che faccia dimenticare in fretta il recente passato. Il mercato attende quindi l’annuncio del Galaxy S8 per conoscere le novità tecnologiche che il produttore coreano ha integrato nel suo top di gamma, cercando in esse quella svolta e quelle certezze che il Note 7 ha in qualche modo rallentato. Le prime indiscrezioni sul nuovo dispositivo risalgono al mese di giugno e da allora sono circolate numerose informazioni sul design e sulla dotazione hardware. Non sempre le fonti dei rumor sono attendibili, ma è possibile affermare con buona sicurezza che Samsung non commetterà due volte gli stessi errori. Ecco perché il debutto del Galaxy S8 potrebbe avvenire in ritardo rispetto alla solita scadenza che coincide con l’inizio del Mobile World Congress di Barcellona, ma al momento le indicazioni sulla tempistica sono contraddittorie ed occorre attendere l’avvicinarsi al MWC per capire se sarà o meno l’occasione giusta per il grande annuncio.

Galaxy S8: design all-screen ()

Le differenze estetiche tra il Galaxy S6 e il Galaxy S7 sono minime. Per il Galaxy S8 si prevede invece un design completamente diverso dai modelli precedenti. Samsung avrebbe infatti deciso di incrementare lo screen-to-body ratio (oltre il 90%), conservando le dimensioni complessive dello smartphone. In base alle recenti indiscrezioni, lo schermo sarà di tipo OLED, curvo su tutti i lati e occuperà l’intera superficie frontale (o quasi). È prevista l’eliminazione del pulsante Home, sostituito da un pulsante virtuale sotto il display, e l’uso di un lettore di impronte digitali ottico. Non è da escludere lo spostamento del sensore biometrico sul retro. La fotocamera frontale non verrà eliminata, quindi ci sarà comunque una piccola cornice superiore, sebbene molto piccola.

Samsung S8: scheda tecnica ()

Il Galaxy S8 dovrebbe essere disponibile in due varianti (5,1 e 5,5 pollici) con risoluzione Quad HD (2560×1440 pixel), entrambi con display “edge”. Anche se circolano voci su due Galaxy S8 da 5,7 e 6,2 pollici con risoluzione 4K, difficilmente Samsung utilizzerà pannelli Super AMOLED così grandi. I costi produttivi aumenterebbero troppo e diminuirebbe l’autonomia. L’unico vantaggio sarebbe una migliore esperienza visiva con i visori per la realtà virtuale.

Per quanto riguarda la restante dotazione hardware, l’unico componente certo è il processore Snapdragon 835, eventualmente sostituito dal nuovo Exynos 8895 (non ancora annunciato da Samsung) in alcuni paesi. Il Galaxy S8 dovrebbe integrare almeno 6 GB di RAM LPDDR4, 32/64/128 GB di memoria flash UFS 2.0 e uno slot microSD. Sulle fotocamere non ci sono molte informazioni: probabile l’uso di sensori migliori rispetto a quelli del Galaxy S7, mentre recenti rumor escludono una configurazione dual per la fotocamera posteriore. Quasi certa, invece, l’eliminazione del jack audio da 3,5 millimetri. Gli utenti dovranno quindi utilizzare auricolari Bluetooth o USB Type-C. Non dovrebbe, infine, mancare la certificazione IP68.

Altre novità potrebbero essere gli altoparlanti stereo progettati in collaborazione con Harman, azienda acquisita a metà novembre 2016, e lo scanner dell’iride, già visto sul Galaxy Note 7. Questa tecnologia di autenticazione biometrica può essere sfruttata per sbloccare lo smartphone e per effettuare l’accesso ai servizi online.

Samsung Experience e intelligenza artificiale ()

Samsung ha recentemente confermato che i Galaxy S7 e S7 edge riceveranno l’aggiornamento ad Android 7.1.1 Nougat. È possibile quindi affermare che la stessa versione del sistema operativo verrà installata sul Galaxy S8. È inoltre prevista la sostituzione della famosa interfaccia TouchWiz con la nuova Samsung Experience, che erediterà molti elementi grafici e funzionalità dalla Grace UX del Galaxy Note 7. I primi indizi sulla UI sono stati scoperti nella release beta di Android Nougat riservata ai Galaxy S7.

La seconda novità è rappresentata da Bixby. Questo è il presunto nome dell’assistente personale sviluppato da Viv Labs, azienda acquisita da Samsung all’inizio di ottobre. Il nuovo “maggiordomo digitale” sfrutterà avanzati algoritmi di intelligenza artificiale per rispondere in maniera precisa alle richieste degli utenti. Sarà possibile avere una vera conversazione in linguaggio naturale e usare l’assistente per interagire anche con servizi di terze parti.

Disponibilità e prezzo ()

Negli ultimi anni, Samsung ha scelto il Mobile World Congress di Barcellona per annunciare il nuovo top di gamma. Non è chiaro se anche il Galaxy S8 verrà presentato durante la manifestazione spagnola del 2017, ma sembra che l’arrivo sul mercato sia stato posticipato da marzo ad aprile. Il produttore coreano vuole effettuare test molto approfonditi per esaminare ogni minimo dettaglio dello smartphone ed evitare problemi come quelli (scoperti in ritardo) del Galaxy Note 7.

Al momento non ci sono indiscrezioni sui prezzi. È possibile supporre però che il costo del Galaxy S8 da 32 GB non sarà inferiore a 729 euro, ovvero la somma che gli utenti dovevano sborsare per acquistare il Galaxy S7 al day one, ma al tempo stesso è presumibile il tentativo del gruppo di non eccedere nel prezzo per non dover scontare troppe resistenze fin dall’esordio. Il ruolo del Galaxy S8 è troppo importante per essere limitato da pochi euro di differenza: si tratta del nuovo biglietto da visita del gruppo nel mercato di fascia alta. Molto sta nel capire quanto il Galaxy S8 sia un semplice successore dell’S7 e in che misura sia anche un succedaneo al Galaxy Note 7. Sarà in ogni caso un prodotto di fascia alta, laddove è soprattutto la tecnologia (ed in misura minore il prezzo) a determinare le sorti di mercato del device.