QR code per la pagina originale

Le performance dei browser

Con il nuovo i-Bench abbiamo confrontato le ultime versioni di Mozilla, Opera e Internet Explorer per scegliere il browser più veloce. I risultati, le modalità di test e tutte le informazioni sull'esecuzione

,

Abbiamo provato per voi le prestazioni dei tre maggiori browser presenti sul mercato. Opera, Mozilla ed Internet Explorer sono stati stressati per ore e per identificare il browser che riesce a scaricare e visualizzare più velocemente le pagine Web. Il risultato è in linea con quelli toccati con mano da HTML.it in più occasioni: Explorer è il browser più veloce nella visualizzazione di pagine Web comuni (HTML + CSS), Opera e Mozilla sono più veloci nell’accesso al DOM del browser mentre nelle prestazioni del motore JavaScript si ottiene una sostanziale equivalenza seppur con un margine di guadagno per Internet Explorer.

I Test i-Bench Ziff Davis

Il test è stato eseguito con i nuovissimi benchmark rilasciati da Ziff Davis lo scorso 17 Novembre. Tra questi è Ziff Davis Media Inc.’s i-Bench™ Version 5.0 il software che testa le prestazioni e le capacità di un browser. I-Bench è giunto con l’ultima release alla versione 5.0. Il test viene fornito con un pacchetto autoistallante che carica sul server utilizzato per il test un set di pagine HTML e XML piene di testo e grafica, alcune applet Java, alcuni JavaScript, filmati flash e tutto ciò che può essere letto dal browser.

Il funzionamento del ‘software’ è semplice: i-Bench invia automaticamente al browser le pagine da testare, in sequenza, una dopo l’altra, e calcola il tempo di visualizzazione in secondi attraverso alcuni script asp. Minore è il tempo, maggiori sono le prestazioni. Più avanti nell’articolo abbiamo segnalato nel dettaglio le specifiche per ogni singolo test.

Come piattaforma di test abbiamo utilizzato un portatile Sony Vaio equipaggiato con un processore Intel Pentium IV a 2,66 GHz, 512 MByte di memoria DDR, una scheda video NVIDIA GeForce4 420. Il sistema operativo è Windows XP Home Edition e la risoluzione dello schermo è stata mantenuta, sul monitor 15 pollici, a 1400×1050. La suite i-Bench è stata installata su un server Windows 2000 dotato di processore Intel Pentium III/Xeon 996 MHz e 1 GHz di memoria SDRAM collegato alla rete Internet con una velocità di 10 MBit. La connessione utilizzata dal client è un’ADSL Faswteb a 2 MBit. Server e Client non erano in una LAN e hanno utilizzato per le comunicazioni la rete Internet.

Abbiamo iterato il test 3 volte per un totale di 9 test (3 per ogni browser) scalando l’ordine di esecuzione. Prima di ogni set di test abbiamo proceduto ad al riavvio del sistema, alla sua deframmentazione e allo svuotamento della cache dei browser. La cache di ogni browser, le cui versioni le troverete a fine articolo, è stata impostata a 20 MByte.

Tra i test presenti nella suite i-Bench ne abbiamo scelti quattro che verificavano la velocità dell’ambiente browser nel caricamento di pagine HTML complesse, nel caricamento di pagine XML formattate con i fogli di stile, nell’esecuzione di cinque script JavaScript intensivi, nella modifica di un file HTML attraverso l’uso del DOM.

I risultati dei Test

Caricamento pagine HTML complesse

Il browser carica 30 pagine formattate in HTML puro (con pochissimi fogli di stile) e ripete il caricamento per altre otto volte. I risultati sono espressi in secondi. Il risultato fornito è la media dei tre test eseguiti sulla nostra piattaforma ed è quello che prende in considerazione la situazione più comune della navigazione quotidiana.

Internet Explorer 6 Opera 7.22 Mozilla 1.5
Tutte le iterazioni 52,7 140,2 93
Prima iterazione (no cache) 16,6 24,6 18,2
Seconda-Ottava iterazione (con cache) 5,1 16,5 10,6



Caricamento pagine XML/CSS

Il browser carica 6 pagine XML formattate e presentate attraverso i CSS e ripete il caricamento per altre sei volte. I risultati sono espressi in secondi. Il risultato fornito è la media dei tre test eseguiti sulla nostra piattaforma.

Internet Explorer 6 Opera 7.22 Mozilla 1.5
Tutte le iterazioni 49,1 68,4 59
Prima iterazione (no cache) 24,7 27,1 27,6
Seconda-Ottava iterazione (con cache) 4,8 8,2 6,2



Javascript

Il test carica cinque diversi script JavaScript e riporta il tempo medio di caricamento in secondi per valutare le prestazioni della componente JavaScript del browser. Gli script agiscono sulla formattazione e sull’ordinamento dei dati e richiedono calcoli pesanti da parte del motore JavaScript.

Internet Explorer 6 Opera 7.22 Mozilla 1.5
Tutte le iterazioni 3,7 5,2 6,4



Ordinamento HTML DOM

Il test calcola il tempo di ordinamento di una tabella di oltre 8.000 linee mediante l’accesso al DOM del browser. Il test viene ripeuto una sola volta e misura le performance del sottosistema JavaScript + DOM dei browser.

Internet Explorer 6 Opera 7.22 Mozilla 1.5
Tutte le iterazioni 16,7 3,4 12,4



I dati formulati da i-Bench non sono da prendere per oro colato, tuttavia hanno il pregio del realismo e riproducono situazioni comuni incontrate nella navigazione di ogni giorno. Le pagine del primo test sono formattate secondo gli standard invalsi nel corso degli ultimi anni, con un utilizzo piuttosto consistenze di codice HTML e uno spruzzo di CSS. Il Web Design sta naturalmente andando verso un’altra strada, preferendo molto codice CSS e HTML (o XHTML) limitato alla formattazione dei contenuti. Probabilmente i test del prossimo anno dovranno aggiornarsi a questa nuova e giusta tendenza.

Browser utilizzati

Internet Explorer 6 SP1a

La versione più recente è la 6.0 che, rilasciata definitivamente nell’ottobre 2001, ha subito alcune correzioni in corso d’opera. La versione da noi utilizzata per i test è la versione 6.0 SP1a per Windows, ossia con il Service Pack installato e con la Virtual Machine Java.

Mozilla 1.5

La versione 1.5 è stata rilasciata lo scorso 15 ottobre 2003 e comprende, come al solito, alcune interessanti novità rispetto alle versioni precedenti.

Opera 7.22

Non è l’ultima versione di Opera – l’ultima è la 7.23 – ma è l’ultima in italiano e differisce dalla precedente solo per alcuni aggiornamenti di sicurezza. Rilasciata l’11 novembre 2003 ha dalla sua parte un ottimo supporto per gli standard del Web, in particolare CSS e (X)HTML.