QR code per la pagina originale

Sony contro Apple, Walkman contro iPod

Sony affila le armi del proprio ramo comunicazione e promette il raddoppio dei propri investimenti promozionali per imporre sul mercato i nomi Walkman, VAIO, WEGA e Cybershot. Apple risponde alle scaramucce e si prepara alla sfida.

,

Sony non da tregua a Apple e, dopo aver lanciato il proprio Music Store Sony Connect in Europa (sfidando Apple iTunes proprio negli stati in cui da Cupertino si è dato ordine di agire), parte ora la sfida al lettore iPod. Mentre Apple lancia in Europa il proprio multicolore iPod Mini, Sony sfodera una delle proprie armi migliori riportando sul mercato il glorioso nome del “Walkman“.

Nelle ultime ore Sony ha annunciato l’intenzione di raddoppiare gli investimenti promozionali riservati a quattro linee di prodotti, ivi compreso il lettore Walkman. «Raddoppieremo la spesa dello scorso anno» sottolinea Mark Viken, responsabile della divisione marketing dell’azienda «E’ la più grande campagna singola che Sony ha mai realizzato negli Usa». Il progetto è stato denominato “Like No Other” e punterà ad imporre sul mercato, oltre al precitato lettore Walkman, i laptop VAIO, gli strumenti di intrattenimento WEGA e le macchine fotografiche digitali Cybershot.

Nella propria sfida sul piano comunicativo Sony parte forte di una ultim’ora non priva di significato simbolico: l’americana Coca Cola avrebbe perso la leadership nella classifica dei “brand” più importanti negli USA a favore proprio della giapponese Sony. Il risultato è emerso nell’annuale sondaggio Harris Interactive proposto all’utenza consumer statunitense.

Chi non ha posseduto un Walkman? Il lettore per musicassette, nato nel 1979 e simbolo imprescindibile degli anni ’80, torna oggi sul mercato con gli opportuni adattamenti tecnologici e, trasformandosi in lettore per musica digitale, punta a sfidare Apple nel ramo lanciato dalla stessa casa di Steve Jobs. Ed è subito ressa. La prima provocazione è (involontariamente?) di Sony: è sul mercato una custodia per iPod tale per cui la silouhette del lettore Apple venga nascosto dal (pur ingombrante) profilo Walkman.

Apple, nel contempo, contesta i promo avversari: usando canoni qualitativi minori, infatti, Sony promette maggiore capienza rispetto alla concorrente. In verità lo standard AAC non ha nulla da invidiare allo standard ATRAC e la differente capienza è semplice frutto di calcoli di compressione non confrontabili.