Musik apre i WMA di Napster ed MSN Music Store

Il nuovo Pymusique, denominato Musik, permetterà di aggirare le protezioni DRM sia per i file acquistati da iTunes che per i files acquistati con Napster o MSN Music Store. La banda di DVD Jon colpisce ancora.

La banda di DVD Jon (anche se in questo caso il noto John Lech Johansen non compare tra gli autori del progetto) colpisce ancora. La release ufficiale non è ancora disponibile, ma una prima versione del software che segue e sostituisce Pymusique è già online: si chiama Musik e nel proprio bagaglio porta la chiave che apre i DRM dei file WMA di Napster. La notizia è stata resa nota da Neowin, testata che riporta inoltre una breve intervista a Cody Brocious (17enne, studente, uno dei tre sviluppatori di Musik assieme ad Alex Goodwin e Travis Watkins).

Pymusique era un programma in grado di acquistare musica da iTunes Music Store sfruttando il fatto che il sistema Apple immette la protezione DRM solo a livello client: bypassando questo passaggio, l’ascolto dei brani viene privato di ogni limitazione. Un solerte update di iTunes aveva bloccato la prima versione di Pymusique, ma il contro-aggiornamento aveva vanificato l’intervento Apple. L’intento dichiarato del software di DVD Jon era dunque quello di permettere ad ogni piattaforma l’acquisto e l’ascolto dei file, permettendo in particolare agli utenti Linux di poter acquistare i brani (pagando regolarmente) e di poterne fruirne.

Musik intende ottenere lo stesso risultato con altri music store: dopo aver scoperto che Napster immette (a differenza di iTunes) la protezione DRM a livello server, i tre ragazzi hanno scovato il modo di aggirare il tutto con un procedimento datato addirittura Ottobre 2001. Il nuovo software, quindi, sarà in grado di aprire sia i file iTunes che i file WMA di Napster ed MSN Music Store (e altri minori).

L’apertura dei file Napster ha però un riscontro ancora diverso rispetto allo stesso sgambetto operato ad Apple: mentre con iTunes ogni file è acquistato separatamente e pagato “una-tantum”, con Napster si paga un semplice abbonamento mensile che va rinnovato per non incorrere nei blocchi operati dal DRM. Ma se il DRM viene aggirato, i file possono essere acquistati al solo costo di un abbonamento mensile e poi duplicati a piacimento senza più alcun vincolo: più se ne scaricano, più se ne posseggono. Tale aspetto aveva già contrapposto i due gruppi in altra occasione, con Steve Jobs particolarmente deciso a condannare i sistemi ad abbonamento al cospetto delle major della discografia internazionale.

Ti potrebbe interessare