QR code per la pagina originale

Google sempre più in alto

Mentre Yahoo! duplica gli utili della prima trimestrale 2005, Google li quintuplica. In forte aumento gli introiti derivanti dal sistema AdWord e grande ottimismo già si proietta sul futuro del motore. 1.29 $ il margine di guadagno per ogni singola azione

,

Due giorni fa Yahoo! esultava per il raddoppio degli utili registrati nella prima trimestrale 2005, oggi Google polverizza il dato della concorrenza quintuplicando il margine utile dello stesso periodo. La solida leadership del motore di Larry Page e Sergey Brin sta tutta nei numeri: 369.2 milioni di dollari l’utile Google (contro i 205 di Yahoo!), su un introito globale di 1.26 miliardi di dollari (contro 1.17 di Yahoo!).

Importante, soprattutto, il dato relativo all’andamento del pacchetto azionario dove il margine di guadagno per azione è aumentato da $0.24 a $1.29, dunque poco più che quintuplicato. Eric Schmidt, CEO Google, ha così commentato il risultato: «E’ stato un trimestre molto positivo per Google. Continueremo ad operare per sfruttare appieno la crescita del settore delle promozioni online […] svilupperemo dozzine di nuovi prodotti e funzionalità per gli utenti […]». Schmidt avrebbe inoltre sottolineato il fatto che sarebbe in crescita il numero degli utenti del web in tutto il mondo, il che non può che giovare i risultati finanziari di quello che è il leader tra i motori di ricerca.

Secondo quanto diffuso ufficialmente da Google circa i risultati del Q1 2005, la crescita rispetto all’ultimo trimestre 2004 è stata del 22%. I dati relativi alla crescita del gruppo vanno ulteriormente scorporati in entrate prodotte dal network Google ed in entrate prodotte tramite gli spazi promozionali distribuiti sui siti affiliati: se Adword ha registrato una crescita del +116%, infatti, AdSense è cresciuto del +75% rispetto al primo trimestre 2004. Ne consegue che i dati di crescita sono stati scontati dei 462 milioni di dollari che Google ha devoluto ai partner del motore (circa il doppio rispetto all’anno precedente).

Nelle ore precedenti alla comunicazione dei dati Google il pacchetto azionario era già cresciuto di alcuni punti percentuali. Nelle ore immediatamente successive il dopo-borsa ha sfiorato il +10% e le prospettive rosee del settore proiettano già ampio ottimismo su quelli che saranno i risultati della prossima trimestrale.