QR code per la pagina originale

iPod e PlayStation, ipotesi di matrimonio

Circola sul web l'ipotesi per cui Apple potrebbe aprire l'iPod ad una connessione con la PlayStation di Sony. Il progetto è supportato da alcuni indizi firmati Merrill Lynch e dai concreti vantaggi che tale sinergia potrebbe produrre

,

Voci, soltanto voci. Però sono ormai in molti a credere nell’ipotesi per cui Apple potrebbe aprirsi ad una sorta di partnership con Sony tale per cui il noto iPod potrebbe cercare un contatto con la nota PlayStation (contatto tecnicamente costituito da una reale connessione tale da permettere di riprodurre sulla PlayStation 3 le musiche organizzate nell’iPod). Lo scopo dell’eventuale mossa di mercato potrebbe radicare le proprie motivazioni soprattutto in una sicura comunanza di interessi rappresentata dalla necessità di combattere un pericoloso concorrente condiviso: Microsoft.

Quella che inizialmente sembrava essere una battaglia tra music store o tra prodotti hardware, presto si è configurata in verità come una vera e propria battaglia di formati ove il controllo sul mercato musicale nasce dal controllo sul formato di distribuzione. Nei giorni in cui Bill Gates vede per l’iPod né più né meno che la stessa sorte del Mac (e destinato ad una nicchia nonostante un inizio sfavillante), da più parti si vocifera di una possibile reazione Apple. E che reazione: tra X-Box e Playstation la battaglia si sta per elevare a livelli da tempo dimenticati nel mondo delle consolle da gioco, e la sinergia tra iPod e il dispositivo Sony potrebbe costituire un toccasana reciproco contro l’assalto dell’impero di Redmond.

Se la voce ha trovato tanto credito (innumerevoli i siti che ne propongono una libera interpretazione) il tutto è dovuto ai concreti vantaggi che un eventuale accordo tra i due gruppi potrebbe apportare. La realtà è però tutt’altra cosa: nessuna conferma (sia pur se non ufficiale) è al momento scaturita dai due gruppi, la chiusura del formato musicale Apple rimane al momento ferrea, gli unici indizi a supporto risalgono a vecchi approcci tra due gruppi che da tempo incrociano i rispettivi interessi e gli unici contatti reali sono al momento stati all’insegna della sfida. L’unica conferma di un certo spessore è quella sopraggiunta per voce di Steven Milunovich, analista Merrill Lynch, secondo cui Apple e Sony potrebbero essere al lavoro per un progetto comune non meglio identificabile. Leggendo tra le righe un recente intervento di Jobs in occasione del MacWorld Expo 2005, si intuisce che tale progetto potrebbe essere orientato al mondo musicale. Più e più velati indizi, ma al momento nulla di più.