QR code per la pagina originale

Nuova ondata di spam: la colpa è di Sober.Q

Secondo F-Secure sarebbe Sober.Q il colpevole dell'incredibile ondata di spam giunta nelle caselle di posta elettronica nell'ultimo weekend. La nuova variante del worm si è diffusa soprattutto in Germania: i messaggi sono in lingua tedesca

,

Saranno in molti, al ritorno dal weekend, a ritrovarsi la casella di posta elettronica piena di messaggi facilmente identificabili come spam. La colpa è, ancora una volta, di un virus: nello specifico, ancora una volta, trattasi di Sober.

Secondo quanto comunicato da F-Secure la colpa va attribuita al neonato Sober.Q, ennesima variante di un worm che ha già lasciato più volte danni sulla propria scia fin dalla priva versione radicata negli ultimi mesi del 2003. La nuova variante, la cui denominazione Symantec è Sober.P, ha colpito particolarmente in Germania ed è per questo motivo che i messaggi di spam che oggi si diffondono in tutto il mondo sono preminentemente in lingua tedesca.

«Gegen das Vergessen», «Dresden 1945», «Tuerkei in die EU»: questi alcuni dei titoli che saranno molto facilmente trovati all’interno delle proprie caselle di posta. La maggior parte dei messaggi fa espliciti riferimenti ad un partito estremista tedesco, e l’occasione del 60° anniversario dalla fine della Seconda Guerra Mondiale sembra costituire il motivo di fondo cavalcato dal worm.

Il worm va ricollegato al precedente Sober.P, noto alle cronache per essersi diffuso sfruttando un messaggio di richiamo al prossimo campionato mondiale di calcio che si terrà in Germania. Secondo Viruslist.com un messaggio nascosto dell’autore di Sober polemizzerebbe con alcuni articoli scritti circa il suo agire: l’autore non vuole essere definito uno spammer, ed in tutta ripicca dimostra cosa potrebbe fare se intendesse diventarlo.