QR code per la pagina originale

Il padre di Gentoo Linux assunto in Microsoft

Il padre del progetto Gentoo Linux ha lasciato il proprio posto nell'Aprile 2004 e a distanza di poco più di un anno è dipendente Microsoft. Ha spiegato:«vado ad aiutare Microsoft a capire l'Open Source».

,

Lascia il progetto Gentoo Linux (di cui è stato il principale artefice fin dagli esordi) nel 2004 e si ripresenta nel 2005 per comunicare alla propria comunità di utenti che ora è ad ogni effetto un dipendente Microsoft. Il suo nome è Daniel Robbins e da oggi sarà una sorta di ambasciatore/missionario che andrà ad «aiutare Microsoft a capire l’Open Source e i progetti basati sullo sviluppo di comunità».

Formalmente Robbins è un dipendente Microsoft fin dal 23 Maggio, ma la notizia è emersa solo negli ultimi giorni in seguito ad una nota dello stesso Robbins sul sito Gentoo. E’ proprio sul sito ufficiale Gentoo (tra i più conosciuti ed importanti vendor Linux) che viene raccontata la storia di Robbins in qualità di vero creatore del progetto: dopo aver iniziato la propria avventura in Linux partendo da Debian, egli ha intrapreso una via propria («ho creato Gentoo perchè non riuscivo a trovare una distribuzione Linux che mi piacesse») fino ad arrivare alla definizione, ed all’improvviso abbandono, della comunità forgiata nel tempo.

Prima di lasciare Gentoo, Daniel Robbins ha definito alcuni aspetto relativi alla proprietà intellettuale del gruppo, trasferendo ogni diritto all’organizzazione non profit Gentoo Foundation che gestisce lo sviluppo del progetto. Se dal lato open source trattasi di una perdita già assorbita, dal lato Microsoft l’arrivo di Robbins costituisce l’ennesimo tassello di un progetto che intende avvicinare a piccoli passi il gruppo alla filosofia “open”, già peraltro sperimentata in precedenti esperimenti.