QR code per la pagina originale

Windows si fa Live, ma Google risponde

Windows Live Ideas e Office Live: uno per i privati e l'altro per le aziende, consistono in due diverse piattaforme ideate per abituare l'utenza a vivere nel mondo Microsoft nel momento in cui affrontano l'esperienza del web. Anzi, del Web 2.0.

,

Due nuovi servizi sono stati annunciati da Microsoft: Windows Live Ideas e Office Live. Il primo è dedicato ai privati che intendono personalizzare con gli strumenti del gruppo Microsoft la propria esperienza sul web, il secondo è invece progettato sulle necessità aziendali di affidare al gruppo di Redmond la propria esistenza sul web.

Così Windows Live Ideas è presentato sulla pagina del servizio: «Windows Live Ideas è una nuova visione del web che mette al centro te e le tue esigenze. E’ un insieme di servizi web che ti permette di personalizzare il mondo Internet, in modo che ogni tua operazione si integri perfettamente con quella successiva: gli strumenti per comunicare con gli amici, le notizie più recenti, i messaggi di posta elettronica o i risultati delle tue ricerche». Non solo: Microsoft annuncia per i prossimi mesi ulteriori novità in proposito.

Windows Live Ideas ingloba due ulteriori servizi al proprio interno. Il primo, Live.com, eredita le funzionalità di Start.com presentandosi come proposta allettante per la creazione di una pagina principale da cui accedere alle proprie pagine preferite o al proprio servizio di posta elettronica. Il secondo, Windows Live Mail, consiste in una Web Mail dalle caratteristiche innovative e dai buoni propositi: 2 Gb di spazio a disposizione, funzionalità di drag&drop, interfaccia intuitiva ereditata da Outlook.

Windows Live trova fin da subito un ostacolo sul proprio percorso: Google ha infatti rilanciato in grande stile la propria home personalizzata offrendo link ai non registrati e redirect a quanti abbiano un Google Account attivo. In pratica un utente Google che si posiziona su Google.com viene automaticamente reindirizzato alla pagina personalizzabile tramite la scelta delle proprie fonti o l’immissione dei propri RSS. Se finora la home personalizzata era una facoltà, ora Google la propone pesantemente come opzione di navigazione. Vista la coincidenza dei tempi, la cosa non può che costituire una risposta diretta alle notizie provenienti da Redmond.

Office Live è per ora solo annunciato: arriverà nel 2006, è al momento aperto all’esclusiva registrazione degli utenti americani, ed offre per ora la possibilità di avere un sito web, uno spazio online sicuro per la gestione dei propri dati ed una gamma completa di servizi per una gestione aziendale perfettamente integrata con la propria suite Office.