QR code per la pagina originale

AdCenter Labs mostra i muscoli

AdCenter Labs mostra i muscoli e lascia intendere la volontà di aumentare la posta sul piatto nella sfida con AdSense. Il servizio offre agli utenti molte nuove possibilità per pianificare le proprie campagne. Il database rimane però ancora povero

,

AdCenter Lab mostra le proprie potenzialità: il database al momento è troppo limitato per poter restituire risultati completi o quantomeno attendibili, ma le potenzialità espresse dal servizio sembrano di una certa importanza. AdLab, annunciato in Gennaio e progressivamente attivato durante gli ultimi mesi, è messo a disposizione di quanti intendono sfruttare il motore di ricerca, le mappe e gli altri servizi Microsoft per promuovere le proprie attività: i vari strumenti di analisi offerti permettono di capire come strutturare le proprie campagne e come sposare le proprie necessità con le caratteristiche intrinseche dei ricercatori online.

I servizi sono elencati nella sezione “Demos“, sono divisi in quattro macro-categorie, ma non tutti sono al momento attivati:

Varie opzioni restituiscono risultati molto interessanti. “Local Ads on PC“, ad esempio, sembra studiato appositamente per identificare sul territorio quali aziende promuovano la propria attività sul canale AdCenter: il risultato è completo di mappa e riferimenti specifici per individuare e contattare tali aziende. “Forecasting Search Volume Seasonality“, invece, indica in quale periodo dell’anno una specifica parola sia maggiormente cercata. Può essere utile, ad esempio, sapere che “intuit” è una parola molto cercata soprattutto tra Gennaio e Febbraio. “Mispelling Detection“, ancora, permette di vedere come una precisa parola venga erroneamente digitata operando una ricerca (“Microsoft”, ad esempio, viene spesso erroneamente digitato “Mirosoft” o “Microsof”)

Video:Google AdSense compie dieci anni