QR code per la pagina originale

Samsung lancia in Italia il primo UMA al mondo

Samsung lancia in Italia quello che annuncia essere il primo cellulare Unlicensed Mobile Access al mondo. Permetterà di usare tanto il WiFi quanto il GSM ed avrà in dotazione 80Mb di memoria ed una fotocamera da 1.3 megapixel. Seguirà il lancio in Europa

,

È l’Italia, il paese per eccellenza dei cellulari, il luogo in cui Samsung ha deciso di lanciare il proprio nuovo cellulare SGH-P200 prima di esportarlo in tutta Europa (comunicato ufficiale). Il dispositivo di telefonia portatile ha una caratteristica peculiare rispetto a tutto il resto dell’offerta concorrente: trattasi infatti del primo UMA (Unlicensed Mobile Access) in commercio a livello mondiale. UMA significa che il dispositivo può passare liberamente da una modalità di connessione ad un’altra senza interruzioni, passando dunque dal WiFi (802.11 b/g) al GSM, dal GPRS a EDGE.

Samsung SGH-P200

Samsung SGH-P200

Le caratteristiche del cellulare sono completate da una fotocamera da 1.3 megapixel di capacità, 80Mb di memoria, schermo da 1.9 pollici e la possibilità di immagazzinare filmati ed MP3. Ma è ovviamente la caratteristica della connettività a colpire in quanto il cellulare è in grado di fruire di ogni tipo di copertura garantendo massime potenzialità in ogni luogo: dalla copertura del WiFi in casa al GSM disponibile quasi ovunque, il cellulare può dunque alternativamente fruire di una chiamata su VoIP e di una su GSM: se in futuro la chiamata su IP sarà lo standard che andrà ad imporsi, il Samsung SGH-P200 è l’anello di congiunzione che fa da capostipite a tutta una serie di telefonini che traghetteranno la vecchia telefonia verso la prossima generazione.

Se il cellulare viene lanciato in Italia non è certamente un caso. L’Italia è, a livello mondiale, il paese che ha il miglior feeling con questo tipo di strumentazione e nel contempo è il paese che ha il maggior numero di tecnologie di connettività sul territorio. Di quest’ultimo aspetto si fa gran vanto Telecom Italia, gruppo che proprio da una stretta relazione con Samsung ha fatto nascere la sperimentazione WiBro al tempo delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006. Una volta risolti i gravi problemi relativi al digital divide ed al distacco della popolazione dalle nuove tecnologie il nostro paese potrà dirsi all’avanguardia. Ad oggi il lancio di un rivoluzionario telefono cellulare può invece solo identificarsi come uno specchietto per le allodole.